Arisa e Willie Peyote protagonisti a Bondeno per “Scorre il Festival”

Dal 3 al 5 settembre musica, sport e storia si incontrano Novecento posti in piazza Garibaldi per assistere ai concerti

BONDENO. Il 3 e 4 settembre Arisa e Willie Peyote saranno protagonisti a Bondeno. I concerti si terranno nell’ambito di “Scorre il Festival”, rassegna organizzata da Bondeno in collaborazione con Sissa Trecasali (Parma) e Boretto (Reggio Emilia) nato su iniziativa dell’associazione Per (Promoter Emilia-Romagna) e sostenuto dalla Regione Emilia Romagna. «Un’associazione nata “Per” costruire qualcosa di importante, non contro qualcuno», chiariscono i suoi rappresentanti Lele Roveri, Renzo Milani e Libero Cola.

LA MISSION


«Il progetto “Scorre” legato al fiume Po è per noi un punto di partenza – dicono gli organizzatori – sfruttando il contributo pubblico che ci è stato concesso, dando opportunità di lavoro ai tanti operatori del settore, mettendo radici nei territori per fare diventare il tutto un appuntamento annuale». Nell’immediato, l’evento è mirato alla riscoperta della piazza e delle eccellenze del territorio bondenese.

I CONCERTI

Per il concerto di Arisa (ore 21) piazza Garibaldi diventerà una maxi platea da 910 posti prenotabili sul sito di box office Emilia-Romagna o nell’atrio del municipio. Marco Panzacchi (Box Office) ricorda come una parte dei posti sarà riservata a diversamente abili e cittadini residenti (400 biglietti). «La sintonia sull’idea del Festival nasce dall’amore che c’è attorno alla musica – ricorda Simone Saletti – nel rispetto dei tanti artisti emiliani e del mondo della musica che hanno subito un colpo importante a causa del Covid-19». La sera successiva, stesso luogo e stessa ora, si replicherà con Willie Peyote, rapper torinese reduce dal successo sanremese di “Mai dire mai”.

STORIA E SPORT

Dopo la musica spazio alla storia e allo sport. «Con vari laboratori in collaborazione con il Gruppo Archeologico – aggiunge l’assessore alla cultura Francesca Aria Poltronieri – che ospiterà a piccoli gruppi i turisti a Casa Ariosto, al museo e nel nuovo deposito di reperti appena inaugurato, ma il Gab collaborerà con Fiab e la cicloturistica Avis-Aido, durante la stessa “sbiciclata” di domenica, offrendo cenni storici sul territorio». Appuntamento cicloamatoriale che è stato illustrato ieri, in municipio, da Simone Bergamini, ispettore onorario e membro del Gab e associazione Bondeno Cultura, con Felice Manfredini (Avis) e l’assessore alla promozione del territorio, Michele Sartini: «La sbiciclata che partirà da Bondeno domenica 5 settembre (ore 15) farà tappa al museo e alle Pilastresi, dove il Consorzio di Bonifica si è detto entusiasta di aprire le porte dell’impianto idrovoro ai visitatori. I quali, se lo vorranno, potranno approfittare dell’occasione per fare tappa alla Rocca e alla Sagra dell’Anitra».

FILM E IMMAGINI

Ma non è finita qui. «Gli eventi culturali – ricorda Poltronieri – come il saggio jazz alle 6.30 di domenica, alla Rocca, la quale sarà aperta a piccoli gruppi di turisti, come Casa Ariosto. Avremo, poi, la proiezione di “Lei mi parla ancora” film di Pupi Avati ispirato alla storia d’amore tra Giuseppe Sgarbi e Rina Cavallini, domenica 5 alle 21.30 in piazza Garibaldi. Inoltre, una mostra sullo storione, a Stellata, e l’esposizione del Comune alla Società Operaia per ricordare Andrea Samaritani, a circa un anno dalla sua scomparsa». Infine, domenica 5 alle ore 17.30, proprio alla Società Operaia, Mario Samaritani presenterà il volume dedicato al fratello: “Andrea Samaritani Fotoreporter”. Il libro ripercorre attraverso fotografie, immagini, ricordi e aneddoti la vita e la carriera del fotogiornalista ferrarese scomparso un anno fa.

Mi.Pe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA