Ferrara, 1.200 presenze nei musei nel weekend di Ferragosto

Ad avere la meglio è il Castello con oltre 700 visitatori, seguono Schifanoia e museo della Cattedrale

FERRARA. Sono oltre 1.200 le persone che hanno fatto visita ai musei di Ferrara tra sabato e domenica.
Il Castello Estense si conferma la destinazione più richiesta, con 704 accessi, seguito da Schifanoia, con 296 persone, e dal Museo della Cattedrale, con 113. Nel complesso il dato, dettagliato, dei visitatori in tutti i musei (cinque quelli aperti, vedi di seguito) è di 1.232.

"Numeri che rivelano un interesse vivo per l'arte e la cultura e che sono chiaramente soggetti ai vincoli del contingentamento e alle nuove limitazioni degli accessi - dice l'assessore alla Cultura Marco Gulinelli -. Anche nel caldissimo weekend di Ferragosto e in un periodo in cui solitamente le città d'arte sono le più penalizzate, a favore delle destinazioni della riviera, si sono confermati dati sugli accessi significativi. Il nostro grazie agli operatori che hanno lavorato per questo, il loro impegno è decisivo per tenere alta l'attenzione sulle tante mostre ed esposizioni presenti in città".

I musei restano aperti per tutto il mese. Il museo della Cattedrale (orari 9,30 - 13 e 15 - 18), il Nuovo Museo Schifanoia con la nuova ala Quattrocentesca e il civico lapidario (dalle 10 alle 19), palazzina Marfisa d'Este, con la mostra del fotografo dell'acqua Claudio Koporossy ( 9,30-13 e 15-18), Casa Ariosto (10-12,30 e 16-18) e il Castello Estense (10-18). Qui è possibile accedere, al solo costo di ingresso, alle due diverse mostre: "Boldini. Dal disegno al dipinto. Attorno alla Contessa de Leusse", "Giovanni Battista Crema. Oltre il divisionismo", mentre nel cortile interno è disponibile l'esposizione delle opere di Sara Bolzani e Nicola Zamboni per la mostra: "Le donne, i Cavallier, l'Arme, gli Amori".