A Masi il ponte resta chiuso fino a dicembre

Il cantiere del ponte Fossa dei Masi sulla Sp1

Il cantiere sulla Sp1 va avanti senza interruzioni. Dopo la presa del calcestruzzo a settembre prove di carico

MASI TORELLO. Proseguono secondo la tabella di marcia i lavori della Provincia per la demolizione e ricostruzione del ponte Fossa dei Masi lungo la Sp1 a Masi Torello. Iniziato il 19 luglio, il cantiere ha nel frattempo terminato la posa di sedici pali di fondazione e la demolizione dell’impalcato esistente. I prossimi passi prevedono dalla seconda settimana di settembre, vale a dire il tempo necessario per la presa del calcestruzzo, le prove di carico sui pali e la costruzione delle spalle con successivo varo delle travi in calcestruzzo precompresso della lunghezza di 24 metri. A seguire, le opere di completamento e finitura, con l’intento di collaudare il nuovo ponte finito entro i primi di dicembre 2021.


I lavori, del costo di 950mila euro finanziati con i fondi sisma del 2012 dal ministero Infrastrutture e Trasporti, sono stati aggiudicati all’associazione temporanea d’impresa che raggruppa la Frantoio Fondovalle srl di Montese (Modena) e la Zini Elio srl di Bologna. Fino al varo definitivo del nuovo ponte rimangono nel frattempo in vigore le misure di divieto al transito veicolare, introdotte dalla Provincia perché l’intervento radicale di demolizione e ricostruzione non consentiva di adottare soluzioni di semplice limitazione del traffico.