Portomaggiore, Alesci si dimette da assessore: "Ora vado avanti da solo"

Giuseppe Alesci

Il candidato sindaco di "TrasparENTE": "Sono venute meno le condizioni per poter esercitare serenamente e in autonomia le funzioni a me delegate"

PORTOMAGGIORE. Giuseppe Alesci questa mattina (26 agosto) ha rassegnato le sue dimissioni da assessore all’istruzione. Alesci, candidato sindaco a Portomaggiore a capo della lista “TrasparENTE”, ha scelto di abbandonare la giunta di Minarelli. “Ritengo – spiega - siano venute meno le condizioni per poter esercitare serenamente e in autonomia le funzioni a me delegate”. Poi aggiunge: “Subito dopo l’inizio del mandato, siamo precipitati in una fase complicatissima che è stata conseguenza della scoperta del maxibuco che ha gravato e condizionato profondamente il bilancio del Comune. In tali condizioni ho lavorato in modo costruttivo fino a oggi, portando così a termine gli obiettivi prefissati in ambito scolastico ma ora è arrivato il momento di dire basta”.

Alesci, che decidendo di correre da solo con la sua lista alle elezioni comunali del 3-4 ottobre, si è staccato definitivamente dal Pd e ha sottolineato: “La scelta di dare le dimissioni solo a questo punto della legislatura sono connesse alla forte volontà di portare a compimento un impegno preso con i cittadini anni addietro, chiudendo tutto ciò che mi ero prefissato”. Sulla sua nuova avventura elettorale, venerdì 27 agosto alle 20.30 alla Trava la presentazione ufficiale, afferma: "TrasparENTE è una lista civica che si pone come vera alternativa a quella di Bernardi nella lotta contro la Lega. Siamo animati dal giusto mix di esperienza e gioventù e ci accomuna il fatto di  non essere iscritti a un partito o di non puntare alla carriera politica".