Ferrara, gara di solidarietà per le famiglie afghane: «Come posso donare?»

Si moltiplicano le offerte di aiuti ai profughi  arrivati nel Ferrarese

FERRARA. Una vera e propria gara di solidarietà si è aperta nel Ferrarese in favore dei profughi afghani arrivati sabato sera in città e nell’Argentano, provenienti dall’inferno di Kabul. Nei pensieri di ferraresi ci sono in particolare i bambini, visto che si parla per il momento di due famiglie di quattro componenti ognuna.

«È possibile sapere in quale struttura verranno accolti a Ferrara per poter portar loro e regalare dei giochi in buono stato ai bambini?», «mi piacerebbe sapere per portare dei piccoli pensieri per i bambini», «se possibile portare coperte vestiti per bambini e adulti, o altro in struttura, io mi rendo disponibile, sia nel donare sia nella raccolta» sono alcuni dei messaggi al post social della Nuova. C’è anche chi aveva già messo in piedi una rete di famiglie disponibili a fare da collettore per la raccolta di beni: il riferimento è all’associazione Funima International, si cercano pannolini di tutte le misure, latte in polvere, biberon/ciucci, lenzuola/coperte, giochi, passeggini, lettini/culle, abbigliamento per adulti sia uomo che donna, scarpe. Vengono indicati una serie di punti di riferimento in mezza provincia, a Tresigallo “I Fornarin”, a Voghiera “L’Officina del Gelato”, a Portomaggiore Roberta Borrelli, a Copparo Ile Nya, a Longastrino Francesca Sistah, a Consandolo Barbara Toffanello, San Martino/San Bartolomeo Irene Nene Folegani; e c’è un numero di riferimento 3714254767.

Bisogna capire quali canali attivare per convogliare nella maniera giusta la generosità dei ferraresi. Le famiglie afghane sono ospitate dalla coop Azioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA