Fossa dei Masi, avanti tutta A dicembre via libera al traffico

MASI TORELLO. Proseguono secondo la tabella di marcia i lavori della Provincia per la demolizione e la ricostruzione del ponte Fossa dei Masi lungo la Sp1.

Iniziato il 19 luglio, il cantiere ha nel frattempo terminato la posa di 16 pali di fondazione e la demolizione dell’impalcato esistente. I prossimi passi prevedono dalla seconda settimana di settembre, vale a dire il tempo necessario per la presa del calcestruzzo, le prove di carico sui pali e la costruzione delle spalle con successivo varo delle travi in calcestruzzo precompresso della lunghezza di 24 metri.


ANCORA POCHI MESI

A seguire, le opere di completamento e finitura, con l’intento di collaudare il nuovo ponte finito entro i primi di dicembre. I lavori, del costo di 950mila euro finanziati con i fondi sisma del 2012 dal ministero Infrastrutture e Trasporti, sono a cura delle ditte Frantoio Fondovalle di Montese (Modena) e Zini Elio di Bologna.

Fino al varo definitivo del nuovo ponte rimane in vigore il divieto al transito veicolare, introdotto dalla Provincia perché l’intervento radicale di demolizione e ricostruzione non consentiva di adottare soluzioni di semplice limitazione del traffico.

PONTE SAN ZAGNO

Sono decisamente più lunghi i tempi per il ponte San Zagno, sempre sulla Sp1 ma sul territorio ostellatese. Intanto è ufficiale la convenzione tra Provincia e Comuni di Ostellato e Fiscaglia per l’asfaltatura delle vie Argine Zappelli, Corte centrale e Sfondrabò, messe a dura prova dalla chiusura di via Comacchio. Costo 335mila euro, per metà garantiti dalla Provincia e il resto dai due Comuni. A breve la gara d’appalto e poi il via ai lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA