Contenuto riservato agli abbonati

Comacchio, ponte della salina crollato: dopo la paura il Comune corre ai ripari

Il sindaco: subito vertice in municipio per la ricostruzione e rivaluteremo lo stato delle altre strutture del territorio

COMACCHIO. Le ringhiere piegate, quasi avviluppate su loro stesse, adesso toccano l’acqua del canale e sembrano quasi emergere dal fondo. Il passaggio carrabile e il marciapiede, o quel che ne resta, è spezzato a metà. È crollato come un castello di carte il ponte che dalla statale Romea conduce alle Saline di Comacchio. Ceduto sotto il peso di un degrado strutturale: l’effetto lo si nota dalle due ampie fessure che si sono aperte, voragini che tagliano trasversalmente, dal lato destro a quello sinistro, l’impalcato. La rottura e poi l’affondamento.

Uno scenario spettrale è quello che si mostra a cielo aperto dal mezzogiorno di sabato, quando quel che si temeva (poche ore prima la struttura era stata chiusa dopo le segnalazioni di criticità e un sopralluogo effettuato dai tecnici del Comune) è successo. L’amministrazione lagunare garantisce di metterci mano a strettissimo giro. E prepara un monitoraggio sulle condizioni in cui versano ponti, ponticelli e cavalcavia del territorio

IL SINDACO

Già questa mattina in municipio si terrà un vertice tra amministratori, dirigenti di settore e tecnici per fare il punto della situazione. «Rimuoveremo nell’immediato le macerie finite nel canale – afferma il sindaco di Comacchio Pierluigi Negri, che tra le sue deleghe ha anche quella ai Lavori pubblici –. Per quanto riguarda invece la ricostruzione, lavoreremo di somma urgenza. Con l’obiettivo di accorciare il più possibile i tempi d’intervento». Quante risorse economiche serviranno? «Ancora non lo sappiamo, ma lo definiremo presto», risponde il primo cittadino, che sottolinea la prontezza dei suoi uffici, visto che il ponte era stato transennato venerdì, in seguito ad alcune segnalazioni che il dissesto stava avanzando velocemente e che si rischiava il cedimento. Cosa effettivamente avvenuta appena poche ore dopo.

Ma dal caso singolo si passerà a esaminare il dossier ponti comacchiesi: «Vedremo le relazioni fatte tempo fa e interverremo dove sarà necessario: la sicurezza prima di tutto», dice Negri.

DALL’OPPOSIZIONE

Intanto in pressing sulla giunta, dal versante dell’opposizione, va la lista civica Libera Comacchio, guidata dall’ex candidato sindaco Vito Troiani: «Sarà importante fare le opportune verifiche sui mancati controlli e sulla messa in sicurezza. Le responsabilità nello specifico sono dell’amministrazione comunale. Speriamo siano attivati quanto prima i lavori di ripristino», è l’auspicio del gruppo civico.

Fabio Terminali

© RIPRODUZIONE RISERVATA