Contenuto riservato agli abbonati

Antica Fiera di Portomaggiore, lancette al 2019. Il luna park torna al completo

L’anno scorso il parco divertimenti con le giostre fu annullato a causa del Covid. Dal 17 al 20 settembre l’appuntamento si rinnova. Pro Loco: sicurezza garantita

PORTOMAGGIORE. L’anno scorso l’assenza del luna park si fece sentire eccome, provocando anche le proteste dei giostrai in piazza, nei giorni precedenti e anche durante la cerimonia inaugurale. Le misure anti pandemia finirono per bloccare uno dei punti di forza dell’Antica Fiera di Portomaggiore, manifestazione che peraltro fu in bilico fino all’ultimo.

Ora si è pronti per riavvolgere la pellicola, e tornare in pratica al 2019, naturalmente nel pieno rispetto delle normative per la sicurezza sanitaria e invitando tutti a comportarsi con prudenza. Per l’edizione numero 597, in programma dal 17 al 20 settembre, il parco divertimenti andrà a pieni giri.


Adrenalina pura

«L’Antica Fiera di Portomaggiore si è sempre vantata di avere il luna park più grande della provincia. E anche in quest’annata speciale possiamo dire che manterrà il suo primato», dice Bruno Moretti, il vicepresidente della Pro Loco portuense, associazione che come di consueto è il cuore pulsante dell’organizzazione della kermesse.

Ecco allora, dopo il successo di due anni fa, il ritorno del “Rollercoaster”, montagne russe che garantiscono scariche di adrenalina pura; poi “The Roller” una giostra unica in Europa dove a bordo di navicelle si corre su un binario ovale mentre questo gira a 360 gradi su se stesso; per la prima volta sarà presente “Compat Spinning Coaster”, un mini ottovolante; infine le giostre più tradizionali tra cui i go kart.

«Il luna park anche quest’anno non deluderà – aggiunge Moretti – e sarà tutto in sicurezza: basta solo del buon senso da parte di tutti, distanziamento sociale, igienizzazione delle mani ed evitare gli assembramenti, tanto di spazio tra una giostra e l’altra ce n’è parecchio».

Le prove dei terreni

Un altro appuntamento che maggiormente caratterizza la fiera, da non perdere per professionisti del settore agricolo e semplici appassionati, è confermato a grande richiesta: le prove di lavorazioni dei terreni, in programma domenica 19 dalle 8.30 alle 13.

La manifestazione prepara anche il lato gastronomico con lo street food, musica e concerti, con la possibilità di tante altre sorprese. Il programma ufficiale sarà reso noto a breve. «Dobbiamo fare ogni cosa al meglio, è una responsabilità importante, anche in tema di Green pass – dice la presidente Pro Loco, Giovanna Toschi –. Il vero problema sono le linee guida per il Covid, perché ogni giorno esce una norma nuova».

F.T.

© RIPRODUZIONE RISERVATA