San Carlo e Mirabello cambiano volto. Il sindaco: «Ecco come saranno piazza e parco»

Lavori ai blocchi di partenza, l’obiettivo è finire entro Natale. Roberto Lodi: «Cantieri per oltre un milione di euro» 

TERRE DEL RENO. Ai blocchi di partenza i lavori alla piazza di San Carlo e al parco Quadrifoglio di Mirabello. Entro settembre i cantieri entreranno nel vivo e l’obiettivo dell’amministrazione comunale di Terre del Reno è consegnare gli spazi alla cittadinanza per Natale. Martedì 13 alle 21 al Centro civico di San Carlo il sindaco Roberto Lodi presenterà i lavori di riqualificazione di piazza Pola e il 16 alle 20.30, al centro sociale di Mirabello, presenterà il nuovo parco.

Il rendering di piazza Pola a San Carlo


La piazza

Dopo il rifacimento del Centro civico, danneggiato dal terremoto del 2012, ora si parte con piazza Pola. Gli interventi, 614mila euro finanziati per la maggior parte con i fondi della Legge 41 e i Piani organici, non saranno solo estetici ma anche e soprattutto di consolidamento antisismico. «Prima di pensare alla superficie - spiega il sindaco Roberto Lodi - ci concentreremo sul sottosuolo. Dopo il terremoto ci siamo resi conto che il terreno sotto all’asfalto è praticamente vuoto e quindi interverremo per renderlo più stabile». Una volta terminata questa parte ci si concentrerà sulla riqualificazione urbana. Verrà realizzato un collegamento ideale tra il monumento ai Caduti e il Centro civico e poi verranno rimosse le siepi che coprono la statua e verranno inserite altre parti verdi. «Praticamente resteranno uguali soltanto il sagrato davanti alla chiesa e via Rossini, il resto cambierà. Realizzeremo anche un’area dehor davanti al bar e sostituiremo gli alberi che poco si intonano col contesto con altri arbusti più adeguati».

Il rendering del parco Quadrifoglio a Mirabello


Il parco

Contemporaneamente, a Mirabello, un’altra ditta lavorerà al parco Quadrifoglio. Sorgerà nello spazio delle ex scuole elementari. «Di un nuovo parco si parlava già ai tempi della vecchia amministrazione e noi abbiamo voluto riprendere in mano le carte e lavorarci su. Era giusto dare risposte e non fare finire nel dimenticatoio qualcosa che gli abitanti aspettavano da anni». Non sarà un parco giochi per bamabini, bensì uno spazio per i giovani voluto dai giovani. Nei mesi scorsi, infatti, l’amministrazione si era affidata proprio a loro per strutturare il progetto. «Dal sondaggio che abbiamo effettuato sono emerse le esigenze delle ragazze e dei ragazzi di Mirabello, punto di partenza imprescindibile per creare qualcosa di utile». Il parco avrà un campo polivalente, adatto sia per il basket sia per la pallavolo, due fontanelle, una zona per le grigliate, servizi igenici, una piccola arena per gli spettacoli con i gradoni e uno spazio coperto per le feste di compleanno. «Anche qui il lavoro sul verde sarà importante, sostituiremo le piante inadeguate con nuovi arbusti e poi creeremo un percorso pedonale pavimentato. Sarà un luogo per i giovani cittadini».

Il municipio di Terre del Reno


Il municipio

Tra presentazioni e cantiere il 14 settembre alle 20.30 ci sarà anche l’inaugurazione del municipio realizzato in corso Roma, all’interno delle ex scuole medie di Sant’Agostino. Dopo i saluti istituzionali spazio alla musica con il concerto della filarmonica San Carlo e alle 22 spettacolo delle fontane danzanti. La cerimonia si terrà nella zona antistante al municipio, via Alighieri 2, e dalle 19 sarà visitabile il municipio.

Samuele Govoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA