La biblioteca rinasce nel Centro civico

L’edificio è stato riqualificato, nuova ludoteca e sala lettura Il sindaco: «Si è lavorato su spazi e colori, apertura a breve»

Samuele Govoni

MIRABELLO. È alle battute finali l’intervento di restauro e riqualificazione del Centro civico di Mirabello che a breve tornerà ad ospitare la biblioteca del paese. Non sarà come prima, la biblioteca non sarà relegata in due stanze: tutto l’edificio sarà votato alla cultura.


«Siamo intervenuti su un immobile già particolare in partenza, progettato da un architetto negli anni Ottanta ma che, nonostante le sue peculiarità, necessitava di lavori e miglioramenti». Roberto Lodi, sindaco di Terre del Reno, guarda felice all’edificio. Il più è stato fatto, ora mancano le rifiniture ma nella mappa del progetto è tutto chiaro, nulla è stato lasciato al caso. Il cilindro centrale, che un tempo ospitava l’ascensore, ora ricollocato, è stato svuotato ed è diventato vero protagonista della struttura. Al pian terreno funge da spartiacque: a destra i libri e a sinistra la sala riunioni.

CAMBIAMENTI

«Il cilindro è diventato un elemento distintivo, entrando ce lo si trova davanti e con lui anche la postazione della reception», dice Lodi. Salendo le scale si raggiunge il primo piano, da una parte ci sarà la ludoteca per i bambini e dall’altra una zona studio. La parte alta del cilindro potrebbe ospitare una piccola postazione per visionare filmati o, più semplicemente, una zona ristoro. L’impianto dell’edificio è rimasto lo stesso, non è stato tradito, ma è stato decisamente valorizzato. «Gli architetti hanno lavorato sui colori, sugli spazi e sulle finestre. È diventato un luogo luminoso, accogliente e funzionale».

Dietro a tutte le migliorie c’è lo studio Canapè Cantieri Aperti, con la squadra di architetti composta da Sergio Fortini, Elisa Uccellatori e Francesco Vazzano. «Abbiamo cercato di ottimizzare gli spazi esistenti e di valorizzare il cilindro, una componente decisamente singolare e suggestiva. Abbiamo preso il carattere del precedente edificio e – spiega Fortini – li abbiamo riproposti in tutta la struttura». Questo ha consentito di arrivare a un immobile innovativo, e al contempo, fedele a se stesso. Per riportare a casa la biblioteca, temporaneamente sistemata nella scuola media Gonelli di via Giovecca a Mirabello, il Comune di Terre del Reno ha portato avanti lavori per 530mila euro.

INTERNO - ESTERNO

«Abbiamo sempre creduto in questo luogo e nelle sue potenzialità. Non aveva subìto danni con il terremoto ma ormai era diventato impraticabile, occorreva intervenire. L’abbiamo fatto nel modo migliore possibile, affidandoci ad esperti del settore e ora, finalmente, intravediamo la fine del cantiere», afferma soddisfatto il primo cittadino di Terre del Reno.

Una volta ultimato l’edificio ci sarà tempo per concentrarsi anche sul giardino circostante. Per ora l’obiettivo è togliere la terra in eccesso, livellare tutto e mettere l’erba ma l’ipotesi di un piccolo progetto per l’area esterna è tutt’altro che infondata. «Siamo intervenuti sul Centro civico pensando anche allo spazio esterno e – conclude l’architetto – basterebbero pochi semplici accorgimenti per creare un luogo accogliente, dotato anche di un’area attrezzata per le letture all’aperto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA