Contenuto riservato agli abbonati

Lido Estensi. L’ex cinema Ducale è un cantiere, tra un anno il cambio di volto

Nell’area verrà realizzata una piazza commerciale. Nel 2023 sarà la volta della torre con appartamenti

LIDO ESTENSI. Al via i lavori di riqualificazione dell’area dell’ex cinema Ducale di Lido Estensi, demolito nell’autunno scorso. Un lungo pannello in compensato, da cui svetta solo una imponente gru, occulta il cantiere alla vista di chi passeggia in viale Carducci. Entro l’estate 2022 l’area, sulla quale sorgeranno una piazza ed esercizi commerciali, sarà restituita a residenti e vacanzieri.

La trasformazione


«Le tempistiche di intervento – spiega il progettista Aldo Malano – sono articolate in due stralci. Il primo, relativo al fabbricato A, che consiste nella realizzazione di una piazza commerciale con negozi e sei appartamenti di qualità al primo piano e parcheggi nella zona retrostante, sarà ultimato entro la prossima stagione estiva».

«Il secondo stralcio – prosegue Malano –, relativo al fabbricato B, consiste nella realizzazione di una torre da 32 metri di altezza, all’interno della quale saranno costruiti 25 appartamenti di qualità. Per questo secondo fabbricato è in corso di rilascio il permesso a costruire e si partirà ad ottobre». Mentre la piazza pubblica sarà fruibile già dalla prossima stagione, il secondo stralcio sarà ultimato entro il 2023.

Affidati all’impresa Art Edil di Porto Viro, gli interventi in corso prevedono anche la realizzazione di un pubblico esercizio, che sostituirà lo storico bar Pineta di viale Carducci, all’interno del quale, con ogni probabilità, troverà spazio anche un ristorante con un dehor all’aperto. Dalle macerie dell’ex Ducale, punto di riferimento, dagli anni ’60 sino al 2011, per tanti cinefili, sorgerà un complesso commerciale e residenziale, frutto di un’operazione che vede il trasferimento di diritti edificatori dalle cosiddette pinetine di via Giorgione a Lido Spina e di viale Carducci.

La torre “tagliata”

Rispetto alle previsioni di partenza, dopo una serie di prese di posizione ed interpellanze consiliari, il progetto del 2016 è stato rivisitato, a partire dalla riduzione della torre residenziale, la cui altezza, in un primo momento avrebbe superato i 60 metri (con 65 appartamenti). L’area avrebbe dovuto ospitare anche un cinema-teatro da 350 posti e un parcheggio sotterraneo. Gli annosi problemi legati agli allagamenti hanno suggerito un cambio di indirizzo alla progettazione, con il trasferimento dell’area di parcheggio all’aperto, lungo via Foscolo.

Katia Romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA