Contenuto riservato agli abbonati

Ami, iniziata l'era Fiorentini: è il nuovo amministratore

Cambio della guardia nell'azienda della mobilità, a Ruzziconi subentra l'ex sindaco di Argenta

FERRARA. Antonio Fiorentini è il nuovo amministratore unico di Ami srl. È stato nominato nel corso dell’assemblea dell’Agenzia mobilità e trasporti riunitasi ieri in Castello Estense, i cui soci sono Provincia e Comune di Ferrara, con le rispettive quote di partecipazione del 59,5 e 40,5 per cento.
Fiorentini succede a Giuseppe Ruzziconi - dal 2005 presidente del Cda di Ami, poi amministratore unico dal 2011 -, che ha rassegnato le dimissioni per motivi personali.
Unanime è stato il ringraziamento a Ruzziconi, per il lavoro svolto e per i risultati ottenuti nel corso dei 15 anni che lo hanno visto al vertice dell’Agenzia.

Antonio Fiorentini, ex sindaco di Argenta per due mandati amministrativi fino al 2019, subentra dal 13 settembre e a lui l’assemblea dei soci ha rivolto gli auguri di buon lavoro.
«Lascio un’azienda in buone condizioni economiche - ha detto Ruzziconi nel discorso di congedo - considerando anche gli ultimi due anni di pandemia che sono stati terribili per il tpl, non solo per la caduta degli introiti, ma anche dal punto di vista organizzativo. L’Agenzia della Mobilità è diventata, in questi anni, nel settore del trasporto pubblico locale e regionale una realtà molto presente sul territorio e assai apprezzata, sia per il lavoro svolto che per le relazioni intessute con i molteplici soggetti territoriali, dagli Enti Locali e alle Istituzioni in generale. Da otto anni non ci sono stati aumenti delle tariffe ( dal 2013 il biglietto di corsa semplice è di 1,30 euro) e anche a seguito dell’introduzione delle zone abbiamo lavorato con la Rregione Emilia Romagna affinchè le disparità di trattamento ( tra fascia chilometrica e zona) fossero le meno penalizzanti possibili per l’utenza».
<SC1038,169> RIPRODUZIONE RISERVATA