Pignatti (Lega) in visiera «Mi fa meno danno»

La mascherina era obbligatoria per i consiglieri nella seduta di ieri, e la quasi totalità dei presenti (consiglieri, assessori, commessi, dirigenti) ha diligentemente portato almeno quella chirurgica. Tra le eccezioni la più vistosa era Catia Pignatti (Lega), che ha sfoderato una visiera trasparente, è uscita per un po’ dall’aula restando sulla soglia e poi rientrando per il dibattito e la votazione sui revisori. Al termine ha spiegato così la sua decisione: «Non credendo che la mascherina chirurgica sia una efficace barriere contro il virus, nel momento in cui mi viene imposta ho scelto la maschera che fa meno danno alla mia persona. Del resto è quella che ho sempre utilizzato in questi mesi». La questione potrebbe porsi in caso di nuove sedute in presenza.