Attenti al tutor  sulla via Imperiale, nuovo impianto per evitare incidenti e limitare la velocità

Il sistema entrerà in funzione sabato prossimo nel tratto nel Comune di Ferrara della strada provinciale 25 che da Poggio va fino a S.Maria Codifume: Provincia e Prefettura hanno autorizzato  l'attivazione per l'alto numero di incidenti molto spesso causati dalla velocità elevata dei veicoli, nonostante i limiti imposti sulla strada che restano invariati.

FERRARA - Fate attenzione dal  prossimo sabato  se siete in auto e in transito sulla via Imperiale, la Stra provinciale che taglia la pianura tra Poggio Renatico e Santa Maria Codifiume. La Provincia di Ferrara, infatti attiverà un nuovo tutor sulla strada e il sistema automatico di rilevazione della velocità media che rientrerà nel territorio del comune di Ferrara,   tra i chilometri 7 e 14.


L’impianto è composto da due portali presegnalati da appositi cartelli di colore blu, che rilevano il traffico veicolare in entrambe le direzioni di marcia.

Ricordiamo che erra stato collocato l’estate scorsa, ma solo ora, dopo tutti i controlli di legge per il corretto funzionamento, entrerà in attività.

Come per gli altri tutor sulle strade provinciali (che i ferraresi hanno imaprato a  conoscere per via delle multe), il sistema nel rispetto della norme privacy non rileva persone all’interno dell’abitacolo dei veicoli e non conserva immagini se non in relazione alle violazioni accertate, che scattano  solo al superamento del limite dei 70 km/h, come indica la segnaletica posta sulla strada.


Perchè questo tutor? Le ragioni - spiegano dall’amministrazione - che hanno spinto Provincia e poi convinto la Prefettura che ha autorizzato l’impianto, sono stati i numerosi sinistri stradali verificatisi negli anni sul lungo rettilineo della Sp 25, causati molto spesso proprio dalla velocità elevata dei veicoli, nonostante i limiti imposti dalla segnaletica che comunque rimarranno invariati.