Morì nell’incidente d’auto Oggi i funerali di Jonny

PONTELANGORINO. A quasi tre settimane dal tragico incidente di Caprile, saranno celebrate oggi alle 16, nella chiesa di Pontelangorino, le esequie funebri di Gianni Beltrami, il 53enne dipendente della multinazionale Kastamonu, chiamato confidenzialmente dagli amici Jonny, che ha perso la vita il 28 agosto scorso, insieme all’amico Marco Marangon, dopo un volo nel canale con l’auto guidata da quest’ultimo. Al termine di un complesso iter medico legale, l’autorità giudiziaria ha restituito la salma alla famiglia e oggi pomeriggio tanti, ma proprio tanti, fra colleghi di lavoro e amici del paese e di Italba, dove il 53enne viveva con la compagna Sabrina, si uniranno al lutto della famiglia.

Dopo il funerale, celebrato da don Marco Polmonari, si formerà il corteo, per accompagnare al cimitero locale Jonny, ricordato da tutti come un uomo solare, di compagnia, che metteva buon umore ovunque.


Resta, invece, ancora da definire la data del funerale dell’amico Marangon, autotrasportatore di 42 anni, che guidava la Fiat Panda di un altro amico a bordo, Charlie Gibin, precipitata in un canale di irrigazione di Caprile, lungo la strada sterrata che collega la frazione a Pontemaodino. L’incidente è avvenuto alle prime luci dell’alba di sabato 28 agosto scorso, mentre i due stavano accompagnando a casa Carlo Pandolfi, uno dei 4 amici a bordo dell’utilitaria.

Resta un vuoto incolmabile per la perdita di due cari amici, solari e pieni di vita, uniti da un destino tragico. L’incidente si è verificato lungo una strada sterrata di campagna che collega Caprile a Pontemaodino, solcata da buche e avvallamenti. Prima del volo nel canale, è stato rilevato uno spazio di frenata di diversi metri, che prosegue anche lungo l’argine erboso.

K.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA