Contenuto riservato agli abbonati

Terza dose, ieri le prime 77 iniezioni a Ferrara

L’Asl ha già fatto 750 convocazioni dei soggetti più fragili. In Emilia Romagna sono state oltre 400 le somministrazioni

FERRARA. In Fiera e negli altri centri vaccinali della provincia è iniziata ieri la somministrazione della dose aggiuntiva di vaccino anti-Covid per le categorie più fragili: dializzati, trapiantati, immunocopmpressi.

I dati di Ferrara sono stati diffusi ieri nel primo pomeriggio: 750 le convocazioni fatte dall’Asl locale e 77 le vaccinazioni programmate nella giornata di ieri.


«Anche se avevo qualche perplessità e quei dubbi che assalgono sempre chi non è un esperto – ha dichiarato una persona dializzata – sono venuto nella speranza di non avere problemi e soprattutto di evitare guai più grossi». Anche una signora nelle stesse condizioni, anche lei presente in Fiera, ha dichiarato la sua adesione, sebbene le sue condizioni di salute fosseo buone e senza segnali di Covid.

La somministrazione della terza dose o dose aggiuntiva di vaccino contro il Covid-19 è partita anche nel resto della regione. Alle 14 di ieri erano oltre 400 le vaccinazioni effettuate, e quasi 7mila le convocazioni inviate in tutto il territorio regionale, da Piacenza a Rimini. Le persone interessate, cioè coloro che rientrano nelle categorie indicate dal ministero della Salute, vengono contattate direttamente dall’azienda sanitaria di riferimento, quindi non devono fare nulla, spiega la Regione.

Le convocazioni per fissare luogo, data e ora dell’appuntamento proseguiranno fino alla chiamata di tutti i pazienti, che in Emilia-Romagna in questa prima fase, e considerate le attuali categorie indicate, sono circa 53.200 (a Ferrara il gruppo prioritario è composto da circa 2mila unità, ha precisato l’Asl nei giorni scorsi). Il numero tiene conto delle persone prese in carico dai centri specialistici, sia residenti sia assistiti con residenza in altra regione, in quanto soggetti sottoposti a trapianto di organo solido, o con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici e che abbiano già ricevuto due dosi da almeno 28 giorni.

A Ferrara, intanto, domenica sono stati somministrati 841 vaccini (231 prime dosi e 610 seconde dosi). Prosegue infatti anche la campagna vaccinale già in corso.

M.G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA