Un decesso e 20 contagi Ma la quarta ondata va verso l’esaurimento

Nessun ricovero al Sant’Anna La curva ha raggiunto il picco tra la fine di luglio e la metà del mese di agosto. Il calo anche in Emilia Romagna 

La pandemia aggiunge una nuova vittima al suo triste bilancio. Si tratta di un uomo di 91 anni, residente a Ferrara, deceduto il 12 settembre scorso all’ospedale di Cona. Il paziente soffriva anche di altre patologie.

Il bollettino di ieri riporta 20 nuovi contagi e nessun ricovero al Sant’Anna, un dato quest’ultimo che interrompe una sequenza piuttosto lunga di bollettini marcati da ingressi in ospedale. I 20 tamponi positivi sono stati riscontrati a fronte di 134 negativi. Sono state 90, inoltre, le persone entrate in isolamento domiciliare (per contatto con un positivo), la maggior parte delle quali (47) residenti nel capoluogo. Per 24 persone è stata avviata la sorveglianza telefonica mentre per 73 si sono conclusi isolamento e sorveglianza. Sono state 17 le persone dichiarate clinicamente guarite (con tampone negativo).


I dati della giornata non fotografano in modo completo la situazione, per come sta evolvendo in questo periodo di fine estate. Allungando lo sguardo ad un intervallo settimanale si conferma, nel Ferrarese, la tendenza al calo della pressione dell’infezione. I dati pubblicati nei bollettini dal 13 al 19 settembre sono tra i più bassi degli ultimi due mesi, con 2 decessi, 16 ricoveri all’ospedale Sant’Anna e 130 contagi.

Il numero dei positivi su base settimanale si è ulteriormente ridotto da 187 a 130, ma anche i ricoveri sono calati, da 25 a 16, e i decessi, scesi a 2 dai 5 della settimana precedente.

La curva della pandemia si sta appiattendo al livello dei valori registrati fino alla metà di luglio. Da allora il tracciato della quarta ondata ha iniziato a salire e ha raggiunto il picco nelle prime due settimane di agosto per poi iniziare a declinare, e non solo nel numero dei contagi, che nel giro di due mesi si sono più che dimezzati. La fase di penetrazione del virus in provincia risulta quindi in discesa in concomitanza con l’apertura delle scuole, che purtroppo hanno già fatto segnare i primi casi di contagi con quarantena.

In regione

Il bollettino di ieri indica in Emilia Romagna 333 nuovi contagi e quattro decessi: oltre a quello di Ferrara, 2 in provincia di Piacenza (un uomo di 79 anni e una donna di 96) e uno a Parma (una donna di 91 anni). Anche i dati regionali hanno subìto una evidente contrazione rispetto ai numeri che venivano riscontrati ad agosto.

Gi.Ca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA