Contenuto riservato agli abbonati

Filo, morto incastrato nel tombino: era a pochi mesi dalla pensione

Il paese sgomento per la scomparsa di Claudio Roi, geometra di 62 anni: «Una brava persona»

Filo, cade nel tombino e muore: le testimonianze dei vicini

FILO. Ha lasciato tutti sgomenti la morte di Claudio Roi, 62 anni, che ha perso la vita nella notte tra lunedì e martedì dopo essere rimasto incastrato in un tombino, proprio davanti casa. Incredibili le modalità in cui è avvenuto il decesso: sui dettagli sono chiamati a fare luce gli esami medico legali. Crudele che abbia colpito un uomo a un passo dalla pensione, ma ancora con tanti bei propositi per la testa.

A Filo, e in tutto l’Argentano, il cordoglio è profondo. Un contorno di tragedia dopo quella maledetta e tempestosa notte, con pioggia e allagamenti come antefatti per una morte assurda.

IL RICORDO

«Conoscevo bene Roi e la sua famiglia, era un geometra libero professionista molto apprezzato – ricorda Egidio Checcoli, filese doc, già in prima linea nel mondo cooperativo locale –. Era una brava persona, è incredibile quel che gli è capitato e l’intero paese è molto scosso».

Al 62enne non mancava tanto per raggiungere i requisiti del pensionamento: «Me ne parlava, ma aggiungeva che avrebbe continuato a lavorare nell’azienda agricola di famiglia, a Filo di Alfonsine. Suo padre, morto una decina di mesi fa, è stato a lungo il proprietario, e Claudio aveva grande passione per la terra. Suo figlio Fabio è un agronomo e lavora al Consorzio agrario di Ravenna», dice Checcoli.

Sia il figlio che il fratello Paolo erano fuori dall’Italia quando la tragedia è avvenuta. Nella casa di via Cesare Pavese c’era la moglie Milena: è stata lei a lanciare l’allarme, appena ha notato le scarpe del marito spuntare fuori dal pozzetto.

LA DINAMICA

Verso le 3.30, quando il temporale imperversava, Roi era sceso nel giardino di casa. Voleva sbloccare il sistema idraulico di pompaggio per evitare che l’acqua invadesse il garage. Così ha alzato il coperchio del tombino che si trova vicino al cancello. Un quadrato di cemento di 40 centimetri per lato.

Il geometra si è sporto verso l’interno, forse troppo, tanto che è rimasto incastrato a testa in giù. La moglie ha chiamato ambulanza e vigili del fuoco: hanno provato a lungo a tirarlo fuori, ma quando ci sono riusciti, con l’utilizzo di un’imbracatura, Roi era già morto. Sul posto anche i carabinieri. Sarà l’autopsia a chiarire la causa del decesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA