Contenuto riservato agli abbonati

Cento, alla Vm accordo con i sindacati per le uscite incentivate

Entro luglio 2022 potranno usufruire della misura al massimo 85 dipendenti. Priorità ai prepensionabili e formazione. Mercoledì 29 c’è il tavolo in Regione

CENTO. Via al piano di uscite incentivate alla Vm di Cento: da qui a luglio 2022 potranno usufruirne al massimo 85 dipendenti, vale a dire quasi un decimo dell’attuale forza lavoro impiegata nel sito industriale di via Ferrarese. Lunedì c’è stata la firma dell’accordo tra le segreterie territoriali di Fim, Fiom, Uilm, Uglm a Aqcf (il sindacato dei quadri), le Rsu e i vertici dello stabilimento di proprietà del Gruppo Stellantis.

«Dopo tre mesi di trattativa – spiega Giovanni Verla, segretario provinciale della Fiom-Cgil – si è arrivati a un accordo sulla scia di quelli già sottoscritti negli altri siti produttivi italiani del gruppo: Cento era rimasto l’unico senza. L’obiettivo è dare priorità ai pensionabili, definendo allo stesso tempo un meccanismo puntuale e strutturato per la formazione e l’affiancamento di chi sostituirà i dipendenti in uscita».


A differenza del piano sottoscritto pochi giorni fa per Berco, dove è stata aperta di una procedura di mobilità su base volontaria, non si prevedono nuovi ingressi. A Cento sta per partire una sorta di dimagrimento controllato, in condivisione con il sindacato che non vuole buttare a mare le radici, in attesa della presentazione formale del piano industriale di Stellantis. «Sia chiaro, vogliamo dare continuità alla Vm – sottolinea Verla – come del resto di tutti i siti italiani. Affrontando le criticità che restano in campo, come quella dei ritardi degli approvvigionamenti della componentistica, su tutti i semiconduttori».

Tutti argomenti che saranno trattati nel corso di un appuntamento di rilievo, mercoledì 29 settembre in Regione. L’assessore Vincenzo Colla ha infatti convocato il tavolo regionale che era stato sollecitato qualche settimana fa dai sindacati, dal Comune di Cento e dalla Provincia. «Sarà a tutti gli effetti un incontro importante – sostiene il segretario della Fiom ferrarese – per fare in modo che la Regione possa supportare le iniziative del governo dirette a sollecitare gli impegni di Stellantis: tra l’altro, il ministro Giorgetti a breve dovrebbe incontrare i vertici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA