Due comunità in lutto per la morte di Cenacchi Poeta e uomo dell’Avis

ripapersico. Le comunità di Portomaggiore e Ripapersico con profonda tristezza, hanno dovuto salutare mercoledì uno dei suoi cittadini più amati e stimati: Giacomo Cenacchi, 79 anni, morto di malattia. Cenacchi è entrato in scena per l’ultima volta durante la Fiera, quando appoggiandosi a suo bastone ha partecipato alla manifestazione organizzata da Avis e ha consegnato anche lui le medaglie ai donatori più assidui. È stato a lungo presidente della sezione di Portomaggiore e adesso era uno dei revisori dei conti. Soprattutto aveva seguito negli ultimi anni il concorso di poesia dialettale “Lindo Guernieri”, da lui anche vinto nel corso del tempo. Di premi, a dire il vero, Cenacchi con le sue poesie ne ha vinti tanti in tutta la provincia. «Era un uomo eccezionale – ricorda il sindaco Nicola Minarelli –. Amava questo paese, il dialetto, la lingua. E si dava da fare in tutti i modi. Anche come presidente Avis ha dato tanto ed insegnato ancora di più». Era anche membro del consiglio del cenacolo di cultura dialettale ferrarese – Al Tréb dal Tridèl.

Un personaggio amato a Portomaggiore e a Ripapersico, dove abitava. Fu insegnante di chimica alla scuola infermieri per 14 anni. Dirigente Agenzia per l’ambiente, Arpa Emilia Romagna fino al pensionamento nel 2002. Presidente Avis Portomaggiore dal 2005 al 2013. Lascia la moglie, due figlie e una nipotina. Produttore, quasi per hobby, di vino Trebbiano delle Argille. «Ciao Giacomo, grazie, faremo tesoro dei valori che hai sempre cercato di trasmettere, di solidarietà umana, come ricchezza invisibile da aggiungere ai rapporti con il prossimo. Il consiglio direttivo di Avis Portomaggiore si unisce con infinito affetto, al dolore della tua famiglia». Una persona che ha saputo lasciare una traccia profonda sul proprio cammino. «Ha contribuito a costruire generazioni di nuovi donatori, a trasformare il loro scetticismo in solidale volontà di donare vita».


Lunedì alle 10.15 i funerali nella chiesa di Ripapersico.

An.Bo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA