Contenuto riservato agli abbonati

Statale 16 bloccata senza preavviso, caos nel traffico per le deviazioni

Entro oggi la riapertura del tratto di strada nei pressi del cavalcavia, con il cantiere sul posto il flusso è regolamentato da un semaforo

FERRARA. Il cedimento di alcuni calcinacci caduti dal ponte di via Cà Rossa direttamente sulla statale 16 vicino allo svincolo di Gorgo, ha consigliato i tecnici di Anas, l’ente competente dell’arteria, di chiudere quel tratto di strada che si trova sotto l’infrastruttura. Una scelta obbligata per verificare le condizioni di sicurezza stradale e l’effettiva pericolosità del cavalcavia.

Il provvedimento di chiusura, con deviazione obbligatoria sulla viabilità secondaria, ha causato però gravi problemi di traffico soprattutto ieri mattina, quando molti automobilisti e camionisti hanno toccato con mano il problema derivato dal blocco di un’arteria importante e diretta come la statale 16.


«Strada bloccata, senza una opportuna segnalazione, ci siamo infilati in un imbusto, rimanendo imbottigliati nel traffico» hanno dichiarato ieri moltissimi automobilisti e camionisti in coda costretti a imboccare strade secondarie per arrivare a destinazione.

Ss16, chiuso tratto sotto ponte di Gorgo. Code e proteste: nessuna informazione



Qualcuno ha anche sbagliato strada, allungando di molto il tragitto. Imprevisti della viabilità anche se in molti segnalavano il fatto che mancava anche un’adeguata segnaletica. In qualche display collocato alle porte della città la scritta del blocco stradale è comunque comparsa, ma sono stati riscontati disagi da molti che dal territorio sud della comune ferrarese, dall’argentano e dal portuense erano diretti in città.

Un blocco stradale che ha pesantemente condizionato la viabilità cittadina e anche per oggi sono previsti problemi anche se il traffico verrà regolato con un impianto semaforico in modo da garantire il transito sotto il ponte a senso unico alternato per consentire ai tecnici di ultimare le verifiche sullo stato del ponte che ha subito danneggiamenti.

I tempi dell’intervento

I tecnici dell’Anas hanno previsto al massimo nella serata di oggi di riaprire completamente il traffico su tutte le direttrici di marcia sotto il ponte. Visti i tempi tecnici non si tratta quindi di un grosso danno per cui il tempo della verifica sarà più rapido del previsto, diminuendo così il disagio ancora per poche ore.

La sfortuna ha voluto che il ponte in questione interessa una delle arterie più trafficate della provincia di Ferrara con un carico di traffico che specie ad inizio settimana è molto intenso e con tanti mezzi pesanti.

L’importante è comunque verificare la sicurezza in quel punto del ponte per evitare che altri frammenti si possano staccare dalla strutture, colpendo come è successo domenica mattina anche un’automobile che era in transito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA