Ferrara, in casa il deposito di bici rubate. Nei guai padre e figlio ricettatori

Sotto sequestro 44 biciclette e materiali di ricambio trovati nei loro garage. Appello dell’Arma: chi ha subito il furto si rechi al Comando con la denuncia

FERRARA. Il magazzino di bici rubate era in centro città, in una abitazione e nel garage di pertinenza in via Canonici: padre e figlio, G. C. , 79enne pensionato, conosciutissimo in città e agli uffici di polizia e carabinieri, e il figlio G. G. , 57 enne erano i ricettatori e sono stati denunciati. Ben 44 ne sono state trovare a loro disposizione, di ogni tipo e foggia, nuove e meno nuove: insomma, un market fornitissimo così, come anche di ricambi per bici stipati nel loro garage. Al momento solo ricettatori, poiché non vi sono riscontri che fossero loro due i ladri di biciclette, ma è ormai certo che fossero una sorta di terminale cittadino per il mercato nero delle bici rubate. E come spiegano i carabinieri dopo aver scoperto il deposito dei ricettatori, nella “città della bicicletta” il giro delle bici rubate in città può essere un modo per fare denaro facilmente. Sono stati i carabinieri della Stazione di Ferrara a scoprire tutto facendo seguito ad un’altra indagine dei colleghi di Corso Giovecca dello scorso anno: così, dopo accertamenti mirati sono riusciti ad individuare in centro città il deposito, in cui i ricettatori delle due ruote tenevano la refurtiva.

Mercoledì scorso poi il blitz: nelle casa di via Canonici, rinvenendo dove hanno sequestrato ben 44 bici oggetto di furto, nelle ore successive alcune di queste sono già state restituite ai proprietari (quelle che erano state denunciate), mentre per molte altre non si conoscono ancora i proprietari. Per questo motivo, l’appello dei carabinieri invita i cittadini che avessero subito il furto negli ultimi tempi, a contattare la Stazione dei Carabinieri di Ferrara, per verificare se tra quelle in sequestro vi sia anche quella a loro rubata: per reclamare la propria bici occorre presentarsi con denuncia di furto e, se disponibile una foto della stessa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA