Contenuto riservato agli abbonati

Massa Fiscaglia, ha “perso” l’auto che aveva in custodia: denunciato 45enne

Nell’agosto 2020 la vettura guidata da un conoscente era stata usata per forzare un posto di blocco dei carabinieri

MASSA FISCAGLIA. La vicenda originaria risale all’agosto 2018, quando un uomo di nazionalità nigeriana aveva forzato il posto di blocco, per poi terminare la sua corsa nel cortile di un’abitazione. Una notte brava di domenica, a Migliaro, per l’allora 48enne denunciato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. L’uomo, peraltro, noto alle forze dell’ordine per vari precedenti, mai aveva conseguito la patente e stava guidando l’auto di un connazionale, veicolo sottoposto a sequestro. E ora a finire nei guai è proprio il connazionale, un nigierano 45enne, perché a un controllo dei carabinieri non ha saputo dare spiegazioni su dove sia l’auto.

LA NUOVA DENUNCIA


Il proprietario dell’auto in questione, come detto, nell’agosto del 2020 l’aveva prestata al suo connazionale e conoscente, il quale era stato protagonista di una violenta reazione ai carabinieri. Come detto, questi avevano fermato dopo un inseguimento mentre era alla guida di quest’auto, nonostante mai avesse conseguito la patente e fosse anche sotto l’effetto di sostanze alcoliche. All’alt intimatogli dalla pattuglia dei carabinieri di Massa Fiscaglia, il 49enne nigeriano - già noto agli uffici di polizia -, aveva reagito dandosi a una precipitosa, quanto pericolosa, fuga ad alta velocità, andando a collidere con un’auto dei carabinieri che aveva predisposto un posto di blocco per fermarlo e poi finire la sua corsa nel cortile di una casa a Migliaro.

A quel tempo il conducente fu arrestato e condannato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato del veicolo militare, mentre l’autovettura, di proprietà di un suo connazionale, vista la contestazione di incauto affidamento del mezzo a persona priva di patente di guida, venne sequestrata e affidata in custodia al proprietario, in attesa delle disposizioni dell’autorità. Ma ecco che giovedì, ancora i carabinieri di Massa Fiscaglia si sono recati al domicilio del 45enne nigeriano 45 enne, al fine di verificare lo stato di conservazione del veicolo in sequestro, e affidato appunto alla sua custodia. I militari hanno però rilevato l’assenza dell’auto (una Ford Focus), chiedendo contezza all’uomo di dove fosse. Questi ha riferito ai carabinieri di non avere idea di dove si trovi il veicolo. Per questa ragione il 45enne - custode giudiziale nonché proprietario del veicolo - è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ferrara, per il reato sottrazione di cose sottoposte a sequestro. Il nigeriano dovrà ora risponderne avanti al Tribunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA