La terra del mulino Una mostra per ritrovare le nostre tradizioni

GUARDA. “Arti mestieri e tradizioni della terra del mulino”. È questo il titolo della nuova mostra di Guarda, che sarà visitabile fino al prossimo 24 ottobre.

«Quest’anno una sezione della mostra è dedicata alla storia dei mulini natanti e alla macinazione dei cereali fino agli anni Cinquanta del secolo scorso», spiega Liviano Palmonari, del Gaf (Gruppo archeologico Ferrarese) uno dei curatori della mostra e responsabile dell’interessante museo della tradizione locale.


A tal proposito, la collaborazione con Capa Cologna è stata molto preziosa. «E quest’anno all’interno dello spazio museale della civiltà contadina si sono svolte varie iniziative culturali in collaborazione con la Pro Loco di Ro e il Centro studi Riccardo Bacchelli; in particolare sono state organizzate esposizioni fotografiche naturalistiche e una visita guidata alla pianta plurisecolare del Sorbo Edulis in golena presso Guarda, accompagnata dalla presentazione da parte di esperti agronomi del settore, e incontri con autori e scrittori ferraresi, nel rispetto delle norme anti Covid.

Aggiunge ancora Palmonari: «La prossima iniziativa è in programma domenica 10 ottobre a partire dalle 15.30 e il tema sarà: passeggiata botanica in golena a Guarda, alla scoperta delle erbe di proprietà fitoterapiche, a cura della dottoressa Stefania Liccardi. Come di consueto, l’ingresso è libero e aperto a tutti».

Gli orari d’apertura della mostra sono dalle ore 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30 il sabato, la domenica e nei giorni festivi. Per ulteriori informazioni o prenotazioni si può contattare il numero 346.3669501.

Franco Corli

© RIPRODUZIONE RISERVATA