Arrestato in zona Krasnodar: è lì il nuovo centro dello spaccio a Ferrara

Carabinieri in borghese bloccano il pusher nigeriano mentre vende la droga. Servizi potenziati dall’Arma dopo le diverse segnalazioni dei cittadini arrabbiati  

FERRARA. Non c’è più spaccio in zona Grattacielo e in Gad? Certo, ma andatelo a dire ai cittadini che abitano in zona Krasnodar, la nuova area dove i pusher sono arrivati e da dove arrivano continuamente segnalazioni alle forze dell’ordine.

La gente segnala


Partendo da queste segnalazioni, i carabinieri hanno intensificato controlli nella zona del quartiere – con pattuglie in borghese – e proprio nei giorni scorsi hanno arrestato l’ennesimo pusher: si tratta di E. C. , 24 enne nigeriano, in Italia senza casa e soprattutto conosciuto agli uffici di polizia cittadini.

L’arresto del pusher è scattato proprio martedì sera quando i carabinieri della Stazione Ferrara, durante un apposito servizio antidroga, deciso in zona Krasnodar per dare risposte concrete alle ripetute richieste dei residenti, si concentravano sul giovane nigeriano che si aggirava lungo via Kransodar con il solito andamento ciondolante e sospetto da pusher. I carabinieri, in questo servizio appostati nelle vicinanze in abiti borghesi, lo hanno tenuto sotto controllo per diverso tempo e quindi notavano che dopo quel suo vai e vieni in bici veniva avvicinato dal cliente che lo aveva ovviamente al telefono per prenotare la roba, per lo scambio di una dose dopo essersi fatto consegnare il denaro.

Scatta il controllo

I carabinieri così facevano scattare il controllo e lo bloccavano: dopo essere stato identificato e verificati i suoi trascorsi come spacciatore conosciuto, è stato arrestato e portato negli uffici del Comando Provinciale carabinieri di Ferrara.

Qui dopo le operazioni di rito, e dopo aver informato dei dettagli dell’arresto il magistrato di turno, il giovane pusher è stato rimesso in libertà in attesa del processo per direttissima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA