Contenuto riservato agli abbonati

«Piazza Travaglio accesso al centro». Il mercato resta lì

L’assessore Travagli rassicura gli ambulanti: potenzieremo Kennedy snodo per mezzi sostenibili. Cambia pure il venerdì

FERRARA. Piazza Travaglio non sarà abbandonata a se stessa ed è destinata a diventare «la vera porta di accesso al centro cittadino». Per cui il mercato restare ed essere potenziato, nel quadro della revisione di entrambi i mercati principali della città, lunedì ma anche venerdì, che «è già in fase di progettazione e sarà pronta per i passaggi istituzionali all’inizio del 2022». Il doppio annuncio arriva dall’assessore Angela Travagli e vuole essere una rassicurazione per i timori espressi dagli ambulanti, dopo la soppressione della Fiera di ottobre che andava avanti dagli anni Novanta. «Abbiamo detto sì alla richiesta degli stessi ambulanti, d’altra parte erano rimasti solo sei banchi - è lo stesso assessore a spiegare quanto successo sui mercati domenicali autunnali - Questo però non significa considerare morta dal punto di vista commerciale piazza Travaglio, anzi. I mercati sono vivi, seguono le dinamiche economiche e sociali e ogni tanto perdono tonicità. È quanto è successo al Lunedì imperniato appunto su Travaglio ma anche sul Baluardo di San Lorenzo, che un tempo era il fulcro irrinunciabile del mercato e l’altro giorno ospitava solo due banchi».

Il Comune, è il ragionamento dell’assessore, ha già riaperto Porta Paola e riqualificato la Casa dei polli, metterà mano a certe incongruità della piazza e si propone di «fare del parcheggio Kennedy il punto di scambio del centro per i mezzi sostenibili: quindi lavorando con gli altri settori e assessorati, ci proponiamo di far aumentare in maniera consistente il flusso dei transiti in quel quadrante di città, in modo da tornare a renderlo importante anche dal punto di vista commerciale».


In parallelo procedere la «revisione degli assetti logistici del lunedì e del venerdì: quest’ultimo ha bisogno di una distribuzione diversa dall’attuale, per non penalizzare i commercianti a posto fisso che si vedono gli ambulanti davanti alle loro vetrine. Inoltre serve una pianificazione già pronta in caso di eventi, per evitare interventi dell’ultimo minuto». Sul lunedì c’è appunto l’intendimento di valorizzare il Baluardo, «magari concentrando alcune merceologie come l’alimentare»: il confronto con gli ambulanti va avanti, il progetto sarà pronto dopo le feste natalizie.

S.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA