Guasto alla torre idrica: cortili allagati

Acqua anche in strada. Necessario l'abbattimento del muro dell'acquedotto

Ieri sera, verso le 22.30, alla centrale operativa 112 dei Carabinieri di Portomaggiore sono arrivate più  segnalazioni di cittadini allarmati da una grave perdita d’acqua dalla torre idrica dell’acquedotto Hera di Argenta, posto al margine della strada Ferrara/Consandolo in località Benvignante. Si trattava di residenti che lamentavano l’allagamento dei loro cortili e di alcuni automobilisti in transito, preoccupati per la pericolosità causata dall’enorme quantità d’acqua sulla sede stradale.

Sul posto venivano fatti confluire i vigili del fuoco, una pattuglia dei carabinieri di Ostellato e personale tecnico della società Hera, che constatava l’effettiva rottura di una tubatura principale della torre idrica, con copioso sversamento d’acqua che andava ad interessare i cortili delle abitazioni adiacenti. Per evitare ulteriori danni e conseguenze si è reso  necessario abbattere un muro di contenimento dell’area dell’acquedotto, per permettere all’acqua di defluire verso le aree agricole circostanti anziché verso la strada e le abitazioni, mettendo in sicurezza le proprietà private. Gli operatori dell'Hera hanno riparato il  guasto/perdita e a ripristinato  il servizio idrico. Sul posto  anche il sindaco di Argenta per verificare l’accaduto.