Contenuto riservato agli abbonati

Codigoro, giunta ormai fatta. Fabbri e Graziani tra le novità

Stefano Adami, Francesco Fabbri e Graziella Ferretti

Si attende la data di convocazione del consiglio comunale di insediamento. Probabili conferme per Adami e Bonazza. Gradito ritorno quello di Ferretti

CODIGORO. A ormai dieci giorni dalla proclamazione a sindaco (sindaca) di Codigoro della rieletta Sabina Alice Zanardi, oggi scade il termine per la convocazione della prima seduta del rinnovato consiglio comunale. Dalla data di convocazione, la seduta dovrà essere effettuata entro i successivi dieci giorni (entro il 24 ottobre dunque), per cui presumibilmente, la data potrebbe essere mercoledì 20 oppure giovedì 21. Per quella data i giochi per la composizione della giunta comunale dovranno così essere conclusi.

Il presidente


Per ora bocche cucite da parte della sindaca codigorese che, in questi giorni di riflessioni, valutazioni e incontri, ha iniziato ovviamente a delineare la squadra che l’affiancherà nella gestione del Comune nel corso dei prossimi cinque anni, e anche dei suoi più stretti collaboratori. Però, tra mezze frasi e qualche indiscrezione, si può ipotizzare qualche papabile per la nomina ad assessore, con una novità sul piano organizzativo. Pare infatti che in questa legislatura la seduta del consiglio comunale sarà gestita da un presidente e non più, come per il passato, direttamente dal sindaco. Per la composizione della giunta, è plausibile prevederne la composizione di tre donne, compresa la sindaca, e tre uomini.

I papabili

Sui nomi, nella ridda di voci e di ipotesi che circolano in questo periodo, pare prendere piede la riproposizione degli assessori uscenti, Stefano Adami (secondo più votato in assoluto) e Samuele Bonazza. Quest’ultimo dovrebbe giocare poi il ruolo di vicesindaco con il consigliere rieletto Francesco Fabbri (fra i più votati, in quota al Partito socialista). Erano anche circolate voci su un possibile incarico (precisamente alla cultura) per Marco Ruffato, attuale presidente del gruppo Volano Borgo Antico, però è possibile che il consigliere possa ricevere una delega per occuparsi delle frazioni.

Sul fronte quota rosa, viene data per quasi certa Graziella Ferretti (terza più votata in assoluto, per lei si tratterebbe di un ritorno), mentre l’altra componente femminile potrebbe essere Simonetta Graziani.

Come detto, ormai è una questione di giorni e la sindaca Zanardi dovrà sciogliere le riserve e assegnare le rispettive deleghe agli assessori componenti la nuova giunta comunale. Nel corso della prima seduta del consiglio comunale, oltre alla verifica di eventuali incompatibilità e alla presentazione della giunta, la prima cittadina codigorese illustrerà anche il programma di mandato, il quale ha ottenuto un grande consenso (il 67,40% contro il 32,60% del candidato del centrodestra, Luca Tomasi) tra i cittadini chiamati alla tornata elettorale di inizio ottobre.

Pg.F.

© RIPRODUZIONE RISERVATA