Ferraresi ottimisti sul futuro del turismo al Ttg di Rimini

Buona ripresa nell’afflusso dei visitatori in città e sulla costa Qualche preoccupazione per l’aumento dei costi energetici

Segnali particolarmente positivi arrivano da Rimini dove si svolge (chiuderà oggi) il Ttg, una delle fiere più importanti del settore a livello europeo.

«C’è stato un notevole incremento sui numero del 2019 – osserva Davide Urban direttore di Ascom Ferrara – derivato dai turisti italiani. Ora dobbiamo essere bravi a mantenete i vacanzieri italiani e a riconquistare gli stranieri. Gli eventi inclusivi realizzati a Ferrara hanno contribuito molto. Dobbiamo continuare a puntare su ambiente, cultura, enogastronomia e sport con eventi che hanno il vantaggio di destagionalizzare il periodo di vacanze e che creano opportunità. Credo che le persone abbiano voglia di fare delle esperienze».


Un po’ di preoccupazione per il futuro legato agli aumenti dei prezzi di luce, gas e carburanti la esprime Gianfranco Vitali titolare di Village Florenz Holiday e dell’agenzia Larus Viaggi.

«Stante la situazione saremo costretti ad aumentare i prezzi. Speriamo ci possa essere un aumento dei flussi turistici specie da parte degli italiani in periodi di bassa stagione. Il turista cerca sempre più strutture confortevoli ed accoglienti e noi ogni anno investiamo cifre considerevoli».

«Siamo fiduciosi per la prossima stagione dopo aver chiuso bene l’attuale», afferma Marcello Mieti, Camping Mare e Pineta di Lido Spina.

Delta a Pedali by Atlantide è nata un paio di anni fa per promuovere itinerari a pedali nel Delta del Po.

«Il covid ha frenato la presenza di vacanzieri stranieri ma gli italiani hanno risposto bene», spiega Adele Bonanomi. Soddisfazione anche a Visit Comacchio.

«Molte richieste da parte di tour operator soprattutto stranieri che chiedono pacchetti di soggiorno che non comprendono necessariamente il mare», dicono Patrizia Guidi e Annachiara Fabbri.

Soddisfatto Gianluca Musca direttore Park Gallanti di Lido Pomposa. «La stagione è partita in ritardo ma abbiamo recuperato con gli interessi. Speriamo che il Comune di Comacchio investa in piste ciclabili».

Chiara Vassalli, Visit Ferrara che raggruppava novantina di soci. «Settembre è stato un buon mese e anche ottobre si sta rivelando positivo. C’è ottimismo e abbiamo accolto con piacere la notizia che a fine anno si farà l’incendio del Castello».

Bilancio in chiaro scuro per il Palace Hotel di Ferrara che conta 85 camere.

«Puntavamo sui gruppi stranieri ma la situazione è ancora bloccata – afferma Rebecca Saretto del ricevimento dell’albergo ferrarese – gli eventi ci hanno portato qualcosa anche in un mese come agosto. Puntiamo molto sulle fiere di Ferrara e Bologna che finalmente sono ripartite».

Maurizio Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA