«Cittadini abbandonati Serve un incontro urgente con il prefetto»

La lista di opposizione critica i disservizi del municipio «Sindaco e uffici irraggiungibili, tutti i dirigenti in prestito»

JOLANDA DI SAVOIA. «Jolanda è un paese abbandonato a se stesso, chiediamo un incontro urgente con il prefetto Campanaro». La richiesta-sfogo arriva dalla lista di opposizione Voltiamo pagina, ed è frutto delle tante segnalazioni di disservizi fatte dai residenti.

«Ormai da troppi anni - aggiungono dalla lista - i cittadini di Jolanda sono abbandonati, non solo nel periodo della pandemia, ma da molto prima, come dimostra la disastrosa situazione finanziaria che pesa sui conti del Comune da ben prima del 2018. Pare legittimo chiedersi chi (e come) gestisce il Comune di Jolanda, visto che il sindaco Pezzolato non è mai presente in Comune ed è irraggiungibile anche al telefono. E sono solo due i dipendenti in servizio in Comune: i responsabili dell’Ufficio tecnico, dell’Ufficio dei lavori pubblici e dell’Ufficio finanziario sono in prestito da anni da altri paesi e sono presenti solo poche ore alla settimana. Gli uffici sono quasi deserti e i cittadini quando hanno bisogno di fare anche semplici e normali pratiche non trovano nessuno in grado di dare loro risposte o, addirittura, trovano chiuse le porte del Comune. I cittadini che hanno bisogno di aiuto e supporto per pratiche per dare assistenza a parenti in situazione di gravità non sanno a chi rivolgersi, perché in Comune nessuno risponde loro né al telefono tantomeno di persona».


«TROPPI DISSERVIZI»

E, ancora, «il servizio di polizia locale e di responsabile del settore amministrativo sono ricoperti dalla stessa persona, anche questa in prestito da altro Comune da quasi un anno e che a oggi è in servizio due soli per un totale di 12 ore alla settimana e che lo sarà con le stesse modalità almeno fino al 31 dicembre. Pare lecito chiedersi - continuano da Voltiamo pagina - come questa stessa persona, oltre a tutti i compiti di responsabile settore amministrativo, possa riuscire contemporaneamente a dare seguito anche a quelli di polizia locale. Quindi, ci chiediamo: chi gestisce i controlli dei Green pass a tutela della sicurezza e della salute dei cittadini? Chi gestisce la repressione degli illeciti amministrativi? Chi migliora la sicurezza pubblica e collabora con le forze dell’ordine nell’ambito della sicurezza integrata a tutela dei cittadini? Chi fa rispettare le regole e le leggi? Chi dirige il traffico? Chi pattuglia le strade? Chi interviene in caso di incidenti stradali? Compito della polizia locale non è solo notificare le violazioni al Codice della strada (autovelox). I cittadini di Jolanda pagano le tasse e i tributi e per questo motivo hanno “diritto” che siano garantiti e tutelati i loro “diritti” dallo Stato, che deve agire con “azione di prevenzione e di tutela” senza attendere, per muoversi, che ci sia il morto...».

Da qui la richiesta di un incontro urgente con il prefetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA