Le farmacie Afm non hanno posto per dieci giorni Corsa contro il tempo per aprire uno slot domenica

La caccia al tampone in farmacia è già diventato il fronte più “caldo” del Green pass lavorativo. Anche ieri slot esauriti per ottenere la certificazione indispensabile per entrare in ufficio o in fabbrica, in alternativa alla vaccinazione, e pochissime chance di replicare durante la settimana. «Nuovi appuntamenti non sono disponibili prima di una decina di giorni» informa ad esempio Luca Cimarelli, amministratore di Afm, che con due punti tampone in via Krasnodar e uno al Barco contribuisce in maniera consistente allo sforzo delle farmacie. Le richieste Afm vengono inoltrate esclusivamente online, quindi non c’è una lista di attesa che traduca in cifre la domanda inevasa, ma la pressione sui punti tampone sta crescendo in maniera tale che l’azienda farmaceutica comunale sta pensando di aprire uno slot di domenica, a Porta Mare servizi: forse sarà possibile già dal 24 ottobre, in ogni caso serve l’autorizzazione dell’Asl. Non bastano le due finestre aggiuntive di lunedì e martedì, le farmacie più piccole non vengono coinvolte per mancanza di spazi di sicurezza.