Rapine in farmacia Ridotta la pena a uno dei cugini

È stata ridotta da otto anni a sei anni e quattro mesi di reclusione la pena di Daniele Zangirolami, uno dei due cugini di Massa Fiscaglia a cui sono state attribuite rapine in farmacia. In particolare, i due sono stati accusati di rapina pluriaggravata per i colpi effettuati alle farmacie Altea e Morane a Modena, identificati attraverso i video che hanno ripreso la motocicletta Honda di grossa cilindrata di proprietà di uno dei cugini. Fra l’altro, la Procura di Ferrara è al lavoro per verificare se i due possono aver effettuato i colpi con identiche modalità avvenuti anche nella nostra provincia alla fine del 2020. Daniele Zangirolami ha scelto il rito abbreviato e dopo una prima condanna a otto anni di reclusione (e 3.000 euro di multa), dopo il ricorso è tornato in Tribunale a Modena (sempre difeso dall’avvocato Carlo Alberto Papotti) vedendosi la pena ridotta a sei anni e quattro mesi e la sanzione pecuniaria scesa a 2.200 euro.

Ora è atteso a processo l’altro autore delle rapine, il cugino Diego Zangirolami, il quale non h a optato per il rito abbreviato ed è difeso dall’avvocatessa Maria Cristina Zampollo di Ferrara.