Pronti a riaccendere i motori I pulmini per i più deboli

Il 2 novembre riparte il servizio di trasporto gratuito per ultra 65enni e disabili Sono sei gli autisti volontari. Il sindaco: «Ma stanno arrivando nuove adesioni»

VIGARANO MAINARDA. Ritornano in funzione i pulmini della struttura protetta Casa Generosa, per il trasporto gratuito di anziani e disabili verso ospedali e strutture sanitarie, per sottoporsi a visite o controlli. Si riparte martedì 2 novembre, dopo che il servizio era sospeso da oltre un anno a causa della pandemia.

Ritorna così a funzionare un’attività essenziale e di pubblica utilità, particolarmente per i cittadini della fascia debole, che è stato istituito ed è entrato in funzione nella lontana estate del 2002. Dall’epoca quasi tutte le famiglie del paese, direttamente o indirettamente, hanno usufruito di questo importante servizio.


TANTE RICHIESTE

«Come promesso - ha annunciato ieri il sindaco Davide Bergamini - appena insediati ci siamo subito attivati per far ripartire il servizio, come ci chiedeva tanta gente, e ci siamo riusciti grazie alla disponibilità degli autisti volontari e in collaborazione con il circolo Auser di Vigarano Pieve. Al momento ci sono solo sei volontari, ci stiamo però attivando per trovarne altri, e già ci sono arrivate le prime adesioni».

Sono due i pulmini disponibili, uno è abilitato anche per il trasporto disabili in carrozzina, e per utilizzarli la prassi è sempre quella: telefonare ai servizi sociali di Casa Generosa (0532.436428) e prenotare il servizio almeno 48 ore prima. Nel giorno e nell’orario fissati il pulmino si recherà a casa del richiedente, per prelevarlo e accompagnarlo verso la struttura sanitaria prescelta, per poi riportarlo davanti all’uscio di casa. I disabili dovranno essere accompagnati. Il servizio è usufruibile solo dai residenti nel territorio comunale, riservato agli ultra 65enni, salvo deroghe, ed è completamente gratuito, grazie all’opera degli autisti volontari e al Comune, che si accolla tutte le spese di gestione e di manutenzione dei due pulmini.

MASSIMO IN QUATTRO

Gli autisti volontari sono dotati di Green pass e mascherina e, mentre guidano, sono protetti da una struttura in plexiglass che divide la postazione di guida dagli utenti, i quali non potranno mai essere più di quattro sul pulmino. Il trasporto sarà monitorato dal volontario in servizio, il quale, attraverso appositi strumenti idonei, misurerà la temperatura corporea dell’utente e al termine della corsa provvede ad effettuare l’igienizzazione dei posti a sedere.

«Sicuramente - ha sottolineato il vicesindaco Mauro Zanella - questo è il più bel servizio del nostro Comune ed è una gioia vederlo ripartire dopo la sosta forzata a causa della pandemia».

Attualmente gli autisti volontari sono Bruno Giovannini, Giancarlo Finotelli, Leonello Bianchi, Emanuele Plebiscito, Maria Barone, Gianni Tamoni e Valter Cervellati, sono tutti della “vecchia guardia”, ma a loro in questi giorni si aggiungeranno i nuovi ingressi.

Giuliano Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA