Ascom, 75 anni di lavoro nel commercio e nei servizi

Giovedì incontro al Ridotto alla presenza del presidente nazionale Sangalli Felloni: questi sono anni non facili tra terremoto e pandemia, ma siamo in ripresa

Da 75 anni Ascom ha svolto su tutto il territorio ferrarese, un lavoro difficile ma anche di grandi soddisfazioni, poiché ha avuto alle spalle una struttura preparata e professionale.

«Oggi festeggiamo questo importante anniversario – ha annunciato il presidente provinciale Giulio Felloni – interagendo con tutti ma soprattutto con le imprese ed i lavoratori. Sono stati 75 anni non facili specialmente dopo il terremoto del 2012 e dopo questa pandemia ancora presente, però noi riteniamo siano un punto di partenza; alla luce delle difficoltà superate abbiamo un progetto di interazione con “il corpo intermedio”ossia con diverse realtà del territorio dove è presente l’apporto perfino delle forze dell’ordine».


Alla tavola rotonda che avrà infatti come tema “Ruolo dei corpi intermedi e della rappresentanza”, giovedì 28 ottobre nel prestigioso Ridotto del Comunale dalle ore 10, interverranno il sindaco Alan Fabbri, il presidente nazionale Confcommercio Imprese per l’Italia Carlo Sangalli che torna a Ferrara dopo 5 anni in quanto fu ospite per le celebrazioni del settantesimo di Ascom con il compito di illustrare la situazione economica nel nostro paese e Giulio Felloni presidente Provinciale Ascom Confcommercio; coordinerà Davide Urban direttore generale Ascom Confcommercio.

«Il nostro compito – ha aggiunto Urban – è quello di confrontarci e di dialogare sul nostro operato; oggi abbiamo circa 3500 iscritti che hanno rafforzato i loro rapporti con noi e per questo saranno presenti altri presidenti della Regione e del Veneto. Stiamo ripartendo con fiducia».

Al termine dell’incontro verrà consegnato un riconoscimento alle imprese associate storiche di Ascom Confcommercio che abbiamo un passato di almeno 75 anni di attività come: Enoteca Burattoni aperta nel 1946 come bottiglieria da Francesco ad Argenta, oggi alla terza generazione; Albergo Ristorante Tassi a Bondeno dai tempi dell’unità d’Italia; nel 1957 fu inserito nel documentario Viaggio nella Valle del Po di Mario Soldati; Foto Ardizzoni Foto dei fratelli Gianluca e Fabio che ha compiuto quest’anno un secolo di vita a Cento; Panificio Mancini attività tradizionale di pane fresco fin dal 1875 a Codigoro oggi gestito da Francesca Finocchiaro; Bar Ragno collocato sotto l’antica Loggia del grano a Comacchio con questo nome dal 1948, prima infatti siamo nella prima metà del secolo XIX Bar Tripoli; Bar Pavani Gianni aperto dal nonno Zosimo tra il 1902 ed il 1903 a Tamara; ebbe nel 1958 il centralino del paese, poi la tabaccheria e l’edicola; A Ferrara invece Giancarlo Felloni aprì il suo negozio di tessuti nel 1946 ampliandosi con abbigliamento per uomo ed oggi anche per donna, mentre Schiapparelli Boutique concessionaria Borsalino nasce negli anni 20 e conserva ancora gli arredi dell’epoca; ed ancora il panifico pasticceria Perdonati arriva da Bondeno a Ferrara nel 1949; passando poi a Poggiorenatico c’è la Salumeria Montanari dei fratelli Mario e Giacomo dove ancora lavora il titolare novantenne ed infine a Ro Ferrarese la Tabaccheria Caniato Elisa con anche merceria risale agli anni’30; per guardare al futuro inserita la ditta Modi Marketing digital e comunicazione esistente dal 2016 e fondata a Ferrara da Daniele Botti di soli 21 anni.

Margherita Goberti

© RIPRODUZIONE RISERVATA