Covid, nel Ferrarese l'incidenza scende a 18 casi ogni 100mila abitanti

E' la più bassa in regione. Lunedì registrati 16 contagi e 3 guarigioni, la campagna vaccinale sfiora le 540mila somministrazioni

FERRARA. Con 18 casi ogni 100mila abitanti, la provincia ferrarese è quella con la più bassa incidenza di positivi in regione. Dati confermati dal bollettino sanitario, che nella giornata di ieri (25 ottobre) ha registrato 16 nuovi contagi e un solo ricovero ospedaliero. Tre le guarigioni, con un lieve aumento di casi attivi. Solo tre dei 16 contagiati sono sintomatici, e sono tutti da contatti sporadici. Cinque casi riguardano il Comune di Bondeno, 1 Cento, 1 Copparo e 9 Ferrara. Si mantiene sotto controllo la situazione negli ospedali: 16 i degenti nell'area Covid di Cona di cui uno in terapia intensiva, altri 5 sono nella Lungodegenza Covid del Delta a Lagosanto. Attualmente risultano positivi tre operatori del Sant'Anna e altrettanti dell'Asl. Sono stati disposti altri 81 isolamenti domiciliari e 1 sorveglianza telefonica, mentre 26 persone sono uscite dalla quarantena.

Crescono le vaccinazioni, che sfiorano ormai quota 540mila, soprattutto grazie alle terze dosi: lunedì sono sate effettuate 1.309 somministrazioni, di cui 1.009 dosi addizionali, 237 richiami e appena 63 prime dosi. Del resto la quota di prime dosi effettuate nel Ferrarese ha raggiunto l'88% della popolazione over 12 mentre sono oltre 10mila le terze dosi somministrate.   E sono oltre 250mila (250.278) le persone immunizzate con doppia dose.

Per quanto riguarda la seconda dose di richiamo per il vaccino Johnson&Johnson, ha precisato  la direttrice generale Ausl Monica Calamai, "ancora non ci sono circolari ministeriali e stiamo aspettando indicazioni”.