Domani l’ultimo saluto all’ex tecnico con l’amore per la bici

ARGENTA. Come sempre, perché era nelle loro abitudini, si sono dati la buona notte prima di addormentarsi. Ma purtroppo ieri mattina, alle 4.30, la moglie Manuela si è accorta che suo marito, Andrea Bagni di 63 anni, non respirava più. Un male incurabile non gli ha dato scampo nonostante Andrea con il suo carattere molto determinato, le avesse tentate tutte pur di avere la meglio nel suo lungo calvario. Negli ultimi anni, per distrarsi, si era anche dedicato alla cura dell’orto ma purtroppo è sopraggiunta la morte, proprio mentre era al fianco della sua compagna di sempre, ex impiegata al Cup dell’ospedale di Argenta. Una donna, peraltro, che in poco più di due mesi ha perduto la madre e il marito.

AmOrE PER LA BICI


La scomparsa di Andrea Bagni ha provocato forte commozione fra i ciclisti amatoriali di Argenta, dei quali il 63enne faceva parte da tempo. In ogni occasione per una pedalata e mettersi a disposizione del gruppo non si tirava indietro, perché Andrea era un altruista, anche nelle faticate in montagna. La notizia della sua prematura scomparsa è subito circolata fra i soci del Gruppo ciclistico argentano (società che lo scorso settembre ha dovuto salutare prematuramente anche un campione di umanità come Walter Giovannini, il 67enne vicepresidente del gruppo, cicloamatore morto per un tragico incidente ad Argenta), per un cordoglio non di forma bensì di sostanza per questo uomo originario di Poggio Renatico, il quale prima di andare in pensione (nel 2019) aveva lavorato come tecnico alle Officine grandi riparazioni (Ogr) di Bologna.

Andrea, oltre alla moglie Manuela lascia la figlia Elisa. I funerali sono in programma domani pomeriggio, con partenza alle 14.30 dalla camera mortuaria dell’ospedale di Argenta direttamente per il crematorio di Molinella.

G.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA