Demografia a picco solo 343.165 ferraresi

Sono 343.165 gli abitanti della provincia di Ferrara, oltre 5mila in meno rispetto al 2000, primo anno di riferimento della nuova serie storica. Il nuovo calcolo è stato effettuato dall’ufficio statistico della Provincia, e testimonia l’accentuazione del trend negativo che ha preso il via nel 2011, quando i ferraresi erano quasi 360mila; il dato intermedio del 2016 era di 352.006.

Unico dato demografico in crescita è quello degli stranieri residenti, passati dai 3.432 di inizio millennio agli attuali 34.314. Senza la quota stranieri, quindi, la popolazione si ridurrebbe a 308.851 persone, ma in ogni caso la crescita costante degli immigrati, che ha subito leggere flessioni solo nel 2014 e nel 2016, non riesce a compensare il calo demografico degli italiani.


Nel capoluogo abitano 131.935 persone, seguono Cento (35.268), Comacchio (22.038) e Argenta (21.260), poi si scende a Copparo (15.971), Bondeno (13.987), Portomaggiore (11.600) e Codigoro (11.400). In terza fascia Terre del Reno (9.862), Poggio Renatico (9.833), Fiscaglia (8.483), Riva del Po (7.610), Tresignana (6.899). Il più piccolo è Masi Torello (2.299).

Altro indicatore sviluppato è l’indice di vecchiaia, cioè 65enni ogni 100 residenti fino a 14 anni. La media provinciale è 265,73, tra le più alte d’Italia e molto superiore a quella regionale di 190, ma emergono grandi differenze tra i vari comuni. Riva del Po è il comune più anziano, con 413,51 di vecchiaia, Cento il più “giovane” con 162,08.

© RIPRODUZIONE RISERVATA