Contenuto riservato agli abbonati

Vaccinati J&J, nel Ferrarese via alla terza dose per diecimila

Potranno sottoporsi alla somministrazione booster con Pfizer o Moderna dopo sei mesi dalla monodose e senza distinzione di età. L'Asl sta definendo le modalità di prenotazione

FERRARA. Salgono a 931 le vittime del Covid nel Ferrarese. Ieri all’ospedale di Cona è deceduto un centese di 75 anni, che si trovava ricoverato al Sant’Anna dal 2 ottobre, con patologie pregresse. E sale anche il numero dei casi attivi: 18 le persone guarite, contro 22 nuovi contagi, segnalando inoltre una ulteriore crescita di positivi tra il personale sanitario, passati da sette a dieci, con 6 casi al Sant’Anna (invariato) e 4 all’Asl (+3).
I nuovi contagi, di cui la metà sintomatici, sono stati individuati su 373 tamponi, e riguardano i Comuni di Ferrara (10), Cento (5), Tresignana e Vigarano Mainarda (2), Copparo (1), più altri due casi relativi a residenti fuori provincia.


I ricoveri

L’attenzione è rivolta anche alle strutture ospedaliere; negli ultimi giorni si è registrata una ripresa dei ricoveri, ma la situazione nei reparti Covid resta comunque sotto controllo.
Nelle ultime ventiquattr’ore altre tre persone sono state portate al Sant’Anna per l’aggravarsi della sintomatologia legata all’infezione; l’area ospedaliera dedicata all’emergenza Covid è ora occupata al 50 per cento, con 20 degenti su 40 posti disponibili, e sempre un ricoverato in Terapia Intensiva.
Altre 80 le persone entrate in isolamento domiciliare perché sono state a contatto con un positivo, per 6 è stata disposta la sorveglianza domiciliare per aver avuto un “contatto di un contatto” e altre 70 sono uscite dalla quarantena.
Diciotto, si diceva, i guariti, che riguardano nello specifico i Comuni di Ferrara (6), Riva del Po (3), Copparo (2), Bondeno, Fiscaglia, Lagosanto e Ostellato (1), più altre tre guarigioni di persone residenti fuori provincia.
Attualmente l’unico Comune ferrarese Covid free risulta essere Jolanda di Savoia.


I vaccini

Intanto la campagna vaccinale ha raggiunto in totale 550.550 somministrazioni, di cui 1.302 effettuate nella giornata di mercoledì. Tra queste, le meno numerose sono naturalmente le prime dose, che sono state 24, a cui aggiungere 399 richiami e 879 terze dosi. Queste ultime in tutto sono arrivate a 17.377, contro 279.853 prime dosi e 253.320 richiami.


J&J

E a proposito di terze dosi, finalmente sono arrivate le indicazioni per coloro che si erano vaccinati con Johnson & Johnson, con un’unica somministrazione, e che nel Ferrarese sono quasi diecimila (9.974): il ministero della Salute ha inviato una circolare alle aziende sanitarie precisando che chi ha ricevuto il vaccino J&J da almeno sei mesi, senza distinzione di età,  può eseguire una nuova dose booster come richiamo con Pfizer o Moderna. L’Asl di Ferrara sta già definendo le modalità operative relative ai canali da utilizzare per la prenotazione.


In Emilia Romagna

In regione il tasso di positività resta contenuto all’1,1 per cento, con 328 nuovi positivi su 29.677 tamponi, ma si registrano sei decessi. Aumentano inoltre i ricoverati in Terapia Intensiva (+18), diminuiscono i degenti negli altri reparti Covid (-18). Le guarigioni sono 253, con un aumento (+75) di casi attivi. Quasi 7 milioni le dosi di vaccino somministrate, con poco meno di 3 milioni e mezzo di persone che hanno completato il ciclo vaccinale.
<SC1038,169> RIPRODUZIONE RISERVATA