Emilbanca rafforzerà la filiale di Ostellato

L’incontro

Per la prima volta dopo quasi due anni un evento in presenza anche per EmilBanca che ha incontrato a Bologna, all’Auditorium dell’hotel Savoia i 29 comitati soci per un totale di circa 300 persone, ovvero gli organismi informali composti da soci volontari che agiscono nelle diverse aree territoriali di competenza come un collegamento diretto e efficace con la base sociale. Era presente anche il comitato soci di Ferrara che comprende anche le realtà territoriali di Argenta, Ostellato e Portomaggiore, il cui referente è Ugo Sproccati. La struttura e l’organizzazione dei Comitati sono state potenziate per mantenere il rapporto di prossimità con i soci.


Per l’occasione il dg Ravaglia ha dato notizia che il 20 novembre EmilBanca avrà in dote le nove filiali della banca Centro Padana di Piacenza, che porterà complessivamente a 88 le filiali da Bologna a Piacenza passando per Modena, Reggio Emilia, Parma e due in provincia di Mantova. Attualmente i i dipendenti sono 798 e i soci oltre 52 mila. La banca ha accantonato 11 milioni di euro in più rispetto a quelle previste dalle normative. Il nuovo sistema informatico, che ha dato molti problemi ora in via di risoluzione, è costato 3,7 milioni di euro e l’acquisto della banca piacentina 2,9 milioni. «La banca è solida – ha sottolineato Ravaglia – e continua a dimostrare grande capacità di attrazione e di superare le difficoltà». Non sono previste nuove aperture di filiali nel Ferrarese. Si intende consolidare quelle esistenti compresa Ostellato, che attualmente è chiusa al pubblico il martedì e giovedì. Un impegno concreto sulla sostenibilità, come ha spiegato il vicepresidente vicario ed ex ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

Maurizio Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA