I trasporti sanitari sono ripartiti di slancio Volontari raddoppiati

Tornato il servizio gratuito dopo la pausa causata dal Covid L’alto numero di adesioni è una vera sorpresa che soddisfa

VIGARANO MAINARDA. Dopo un anno e mezzo di sosta forzata causa Covid, è tornato in funzione il servizio del pulmino della struttura protetta Casa Generosa, che trasporta gratuitamente gli ultrasessantenni verso ospedali o strutture sanitarie per visite o controlli.

Il primo viaggio è stato effettuato il 2 novembre in direzione Cona. Il servizio è gestito dal Comune, che si accolla i costi di gestione di due pulmini, di cui uno abilitato anche al trasporto disabili, con il supporto dei soci del circolo Auser La Camarazza di Vigarano Pieve. Si è partiti con sei autisti e un accompagnatore, tutti della “vecchia guardia”. Subito però è arrivata la disponibilità di altri volontari, che ora sono raddoppiati. «Una piacevole sorpresa – spiega il vicesindaco Mauro Zanella – perché appena questo importante servizio è entrato in funzione altri volontari si sono offerti. Questo permetterà di utilizzare, a pieno ritmo, entrambi i pulmini senza dover attuare turni troppo pesanti. Era importante ripartire e mettere a disposizione delle persone più deboli questo impagabile servizio».


Soddisfazione anche in paese perché dall’entrata in funzione dei pulmini (estate 2002) quasi ogni famiglia vigaranese ha avuto un componente che ha utilizzato questo tipo di trasporto. Per poterne usufruire occorre prenotarsi, almeno 48 ore prima, telefonando a Casa Generosa al numero 0532.436428, dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13. Al giorno e all’ora stabilita il pulmino preleverà il richiedente, presso la propria abitazione, per trasportarlo nella struttura sanitaria dove deve recarsi, per poi riportarlo davanti casa. Il servizio è a disposizione solo per i residenti nel territorio comunale, con un massimo di quattro persone a viaggio.

Giuliano Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA