Sequestrata una discarica abusiva a Lido Spina

I sigilli posti dai carabinieri a Lido Spina

Operazione dei carabinieri di Lido Estensi. In un'area di 1.600 metri quadri c'erano eternit e ogni tipo di rottame oltre a 64 roulotte. Denunciato il propretario del terreno

LIDO SPINA. Una discarica abusiva posta su un'area privata di 1.600 metri quadrati a Lido Spina è stata individuata e sequestrata ieri (23 novembre) dai carabinieri di Lido Estensi. Nel terreno erano stati ammassati illegalmente eternit, macerie, materiali ferrosi, elettrodomestici fuori uso, nonché ben 64 camper/roulottes da rottamare. Il proprietario del terreno è stato denunciato alla magistratura per attività di gestione rifiuti non autorizzata. Proseguono gli accertamenti per far luce sulla provenienza dei rifiuti e sulle modalità del trasferimento nel sito.

L’operazione di servizio va a coronare gli sforzi che i Carabinieri stanno svolgendo, ormai da mesi, nel particolare settore del trasporto e stoccaggio abusivo di rifiuti; tra le operazioni condotte, il sequestro a marzo di un'area di 29mila metri quadrati della ditta Cagnoni a Copparo, adibita a discarica, al termine di un'operazione condotta dai carabinieri del Comando provinciale e del Noe, con ausilio di Nil e Arpae; la denuncia, a giugno, da parte dei carabinieri di Longastrino, di un impresario edile che aveva costituito una discarica abusiva di macerie in un terreno, non proprio, a Filo d’Argenta.