FuturPera in Fiera con 38 espositori da tutto il Ferrarese

A FuturPera il salone internazionale della pera, in programma dal 2 al 4 dicembre a Ferrara Fiere, con l’obiettivo di rilanciare un settore strategico per l’agricoltura italiana, la parte del leone la faranno gli espositori ferraresi che saranno ben trentotto su un’ottantina presenti complessivamente. Quest’anno hanno aderito oltre cento aziende specializzate nei settori ricerca varietale, vivaismo, agrofarmaci e fitofarmaci, produzione, raccolta e post raccolta, meccanizzazione agricola, logistica e packaging commercializzazione del prodotto e import-export e nel 70% dei casi sono grandi aziende, anche multinazionali, con sede in Emilia-Romagna e Ferrara, dove esiste un’agricoltura forte e innovativa, nonostante le difficoltà. Nel 2020 è stato fatto un evento in digitale sulla pera con la collaborazione di Cso Italy, un prezioso partner organizzativo sin dalla prima edizione.

Questi gli espositori ferraresi presenti: Alchimie del Gusto; Cia; Confagricoltura; Coldiretti; Chiara Soc. Coop. Agricola; Codifesa Bologna e Ferrata; Consorzio di Tutela Pera Igp dell’Emilia Romagna; Copagri; Giovecca snc di Ghibaudi; Laboratorio Terra e Acqua Tech Università; PM di Peverati M. ; Sae; Soc. Agricola Salvi Vivai; Unapera; Unima; Vivai Fratelli Zanzi Ferrara; Agriass di Boara; Benini Antonio, fitofarmaci Copparo; Bregoli Group di Bondeno; Bulzoni Meccanica (Portoverrara); Civ, Consorzio Italiano Vivaisti di San Giuseppe di Comacchio; Cesari srl (Bondeno); Chemia (Dosso); Corradi Protection Siystem (Ariano Ferrarese); Cpr System (Gallo); Dal Buono Eredi (Portomaggiore); Fondazione per l’Agricoltura Fratelli Navarra Malborghetto di Baura; Imprima (Vigarano Mainarda); Mar-Tech (Bondeno); Mingozzi Group (Bando di Argenta); Roverati Giardini (Dogato); Soc. Agr. Barboni (Parasacco); Soc. Agr. Maccanti Vivai (Ostellato); Soc. Agr. Giovannini (Vigarano Pieve); Spektra Agri (Riva del Po); Tifone (Cassana); Vivai Mazzoni (Final di Rero); 2A 1901 (Marrara).


Da segnalare anche la presenza a FuturPera di multinazionali del settore quali Bayer e Basf e la presenza di un’azienda proveniente dal Portogallo mentre l’azienda italiana proveniente da più lontana viene dalla provincia di Messina.

Maurizio Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA