Contenuto riservato agli abbonati

Copparo in lutto per Benini. Un pioniere dell’agricoltura

Deceduto a 94 anni il fondatore dell’omonima ditta che dal 1951 supporta le aziende agricole Il ricordo del figlio: «È stato un illuminato. E la sua passione era lavorare nel suo frutteto» 

IL RICORDO

Davide Bonesi


Archimede Benini, per gli amici e familiari “Meme”, era uno dei membri più importanti di quella generazione di imprenditori il cui segno resterà indelebile sul territorio. È stato lui nel lontano 1951 ad aprire l’omonima azienda per la produzione di prodotti tecnici per l’agricoltura e, in seguito, anche progettazione e realizzazione impianti di irrigazione, nonché produzione di fitofarmaci. Attività portata avanti ora dal figlio Antonio e protagonista proprio in questi giorni a FuturPera. E l’agricoltura è sempre stata la grande passione di Benini, così una volta lasciata l’azienda ha continuato a lavorare sui propri terreni agricoli.

Benini è morto venerdì all’età di 94 anni, affiancato fino agli ultimi giorni dai familiari, in primis i figli Gianni e Antonio. Ed è proprio quest’ultimo a parlare del padre: «È stato certamente illuminato - dice -, partendo dalla sua Tamara ha aperto l’attività nel 1951 a Gradizza e lì l’ha condotta fino al nuovo secolo, quando con la mia gestione ci siamo spostati nell’attuale sede di Copparo (in via Cosmé Tura; ndr)».

FRUTTICOLTURA

Azienda suddivisa in due filoni, l’assistenza tecnica alle macchine agricole e la produzione di fitofarmaci e prodotti chimici per l’agricoltura. Una volta ceduto il timone al figlio, Benini non ha certo smesso di lavorare, seguendo in prima persona i terreni di famiglia a Tresigallo: «Amava lavorare la terra e, in particolare, la frutticoltura. È stato un pioniere in questo campo, quando avere il frutteto significava portare avanti un’intera famiglia, mentre oggi è sempre più difficile».

Benini ha vissuto insieme all’amata moglie Giuliana Chiapatti fino a l gennaio del 2017, quando è rimasto vedovo. Al suo fianco poi ci sono stati i figli e tutti gli altri membri della famiglia, che hanno sempre visto in lui un punto di riferimento.

La notizia si è sparsa velocemente ieri, specie all’interno di FuturPera, visto che venerdì è morto un altro pioniere dell’agricoltura ferrarese, Luigi Salmi: «Un segno del destino che siano morti entrambi lo stesso giorno», aggiunge proprio Antonio.

Al cordoglio di familiari e conoscenti si aggiunge anche quello del sindaco copparese Fabrizio Pagnoni, a nome dell’amministrazione.

L’ultimo saluto a Benini sarà dato martedì mattina, partendo alle 9.30 dalla camera mortuaria di via Fossato di Mortara a Ferrara per la chiesa dei santi Pietro e Paolo di Copparo, dove alle 10 sarà celebrata la messa. Al termine della cerimonia, l’ultimo viaggio dell’imprenditore al cimitero del suo paese d’origine, Tamara, dove sono sepolti tutti i membri di questa importante famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA