Contenuto riservato agli abbonati

Darsena, ex Mof, Camilli. Nonostante gli intoppi il Piano periferie avanza

Il punto sui 12 progetti di riqualificazione finanziati dallo Stato con 18 milioni. Il cambio del progetto sul parcheggio ha allungato i tempi, bonifica quasi ultimata



È uno dei piani di riqualificazione più importanti per un settore strategico della città che fa da cerniera tra il centro storico e la zona Gad, tra il quartiere di Via Bologna e la zona muraria a sud separata dal Po Volano.


La precedente amministrazione comunale è riuscita ad ottenere un cospicuo finanziamento ministeriale di 18 milioni di euro, con il cosiddetto bando delle periferie, per un piano articolato in una dozzina di interventi finalizzati a rigenerare la darsena di San Paolo, con benefici anche sul fronte fluviale, l’area dell’ex Mof, la stessa via Darsena, oltre alla zona Meis a ridosso del centro.

I progetti

Tra i progetti c’era la ristrutturazione dell’ex Mof, dopo il recupero della palazzina, con 1,3 milioni di euro per progetti di demolizione di infrastrutture obsolete, come ad esempio il muro di cinta in più punti pericolante. Cosa già fatta.

C’era soprattutto il progetto di un parcheggio multipiano per 5 milioni di euro. Il verbo al passato è motivato dal fatto che lo scorso anno, i tre consiglieri leghisti ribelli bocciaro tale piano definendolo «inutile colata di cemento» e sulla scia di questa posizione ferma, anche il sindaco e la giunta hanno deciso di cambiate il piano parcheggio, non più multipiano, ma a raso. Ovviamente il cambio di programma ha fatto ritardare l’iter dei lavori, alla fine è arrivato il via libera ministeriale per impiegare gli stessi denari in un nuovo progetto, definito meno impattante.

Si sta per ultimare intanto la bonifica dell’area per un intervento che era stato inserito con una spesa di 500mila euro.

I cartelli e le recinzioni collocati da molti mesi lungo la sponda della Darsena, evidenziano come sia in corso un’opera di riqualificazione proprio vicino al fiume. A dire il vero i lavori procedono molto a rilento, spesso si vedono ruspe con cumuli di terra abbandonati, senza un vero movimento da cantiere, in attesa di una robusta accelerata per un progetto quantificato in 1 milione e 350mila euro.

E aspettando di far ripartire il progettone del parcheggio ex Mof, l’iter per la riqualificazione del parcheggio ex Pisa è decisamente più avanzato, anche perché a breve ci sarà l’aggiudicazione della progettazione di un intervento da 2 milioni di euro.

Visibile e reale invece il buon lavoro che è stato fatto per il recupero dell’area dell’ex Camilli, con la creazione di un bel parco che fa da collegamento tra la Darsena e le mura meridionali, in pratica un modo più rapida per raggiungere il centro storico per un intervento da mezzo milione di euro.

Oggi intanto finalmente, parte il progetto di riqualificazione di via Darsena con 3 milioni di euro al quale ne vanno aggiunti altri 800mila euro per la rete dei sottoservizi. Si tratta di un intervento di adeguamento di via Darsena che diventerà una volta ultimati i lavori nella primavera 2023 (tempo stimato 15 mesi se tutto va bene) un vero boulevard a ridosso del fiume.

L’elenco del piano prevede anche il progetto per 1 milione di euro del varco sulle Mura, in quella parte di struttura muraria che necessita di una riqualificazione, a cominciare dall’illuminazione, danneggiata in molti punti dai vandali.

Altro milione di euro per il recupero di via Piangipane, i cui lavori hanno avuto un primo intervento nell’autunno scorso, il progetto completo, che necessita di altri 600mila euro, è quello di collegare proprio il Meis di via Piangipane, con l’antico ghetto ebraico di via Mazzini,attraverso un percorso studiato per cui occorre sistemare alcune strade che si trovano lungo il tragitto.

È stato cambiato, rispetto al progetto originale, il percorso che prevede una riqualificazione dalla stazione alle piazze del centro , un progetto finanziato con 900mila euro che verrà modificato rispetto all’idea originale.

Se a questo lavori aggiungiamo quelli della Regione per il dragaggio in darsena del Volano, si spera di vedere una totale riqualificazione della zona. Qualcosa, piano piano, si sta muovendo.