Domani l’ultimo saluto alla scultrice Grilanda «Dolore troppo grande»

MASI TORELLO. Saranno celebrati domani pomeriggio i funerali di Alberta Silvana Grilanda, la nota scultrice masese morta all’improvviso giovedì, all’età di 68 anni. Una perdita «sconvolgente, sono stati inutili i tentativi di soccorso dei sanitari. Arrivata al Sant’Anna di Cona è morta un paio di ore dopo. Per me e nostro figlio un dolore troppo grande» ci dice il marito Pino Cosentino, ex presidente Avis che al pari della moglie è sempre in prima fila nelle iniziative organizzate in paese.

Profondo il cordoglio per la morte dell’artista (non solo scultrice), conosciuta in tutta la provincia per le sue opere, molte delle quali realizzate per la comunità masese, dalla statua in terracotta del patrono del paese (san Leonardo) al monumento a Masi San Giacomo dedicato alle vittime del rogo del poligono di Portomaggiore.


Grilanda, masese doc, lascia il marito Pino e il figlio Michele (l’altro figlio Antonio è morto in un incidente nel 2004 a soli 26 anni), oltre alle tante persone che l’hanno conosciuta e stimata. L’ultimo saluto domani, partendo alle 14.30 dall’ospedale di Cona per la chiesa di Masi, dove alle 15 sarà celebrata la messa e l’ultimo viaggio per l’Ara crematoria di Ferrara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA