Vaccini antiCovid, dal 13 dicembre via alle prenotazioni per la fascia 5-11 anni: coinvolti 18mila bimbi ferraresi

Le somministrazioni cominceranno il 16, si utilizzerà un terzo di dose Pfizer. In tutta la regione i contagi tra i più piccoli sono il 9 per cento del totale

FERRARA, Nuovo importante passaggio in vista per la campagna vaccinale contro il Coronavirus in Emilia-Romagna: da lunedì 13 dicembre al via le prenotazioni del vaccino per tutti i giovanissimi nella fascia di età 5-11 anni, con le somministrazioni che inizieranno tre giorni dopo, giovedì 16 dicembre. Si tratta di una platea potenziale di 240mila bambine e bambini, più del 5% della popolazione attualmente vaccinabile. Come disposto dall’Agenzia Italiana del Farmaco, che ha dato il via libera l’1 dicembre, sarà somministrato il vaccino Comirnaty di Pfizer Biontech con una dose ridotta (un terzo del dosaggio autorizzato per adulti e adolescenti) e con formulazione specifica. La vaccinazione avverrà in due dosi a tre settimane di distanza l’una dall’altra.

Si potrà prenotare tramite i consueti canali: sportelli Cup, Cupweb, Cuptel, Fascicolo sanitario elettronico, app Er Salute, farmaCUP;  nel Ferrarese inoltre si può prenotare anche  telefonando al NUMERO VERDE 800 532 000 da Lunedì a Venerdì ore 8-17; Sabato ore 8-13 Le somministrazioni saranno effettuate negli Hub e nei punti vaccinali, dove saranno individuati percorsi dedicati, anche con il coinvolgimento dei pediatri di libera scelta.

Nel Ferrarese

Sono circa 18mila i bimbi di età compresa tra i 5 e gli 11 anni  residenti in provincia di Ferrara . Tra questi, circa 300 rientrano nella categoria dei “fragili” e saranno contattati tramite un sms con l’appuntamento per la vaccinazione. Ulteriori nominativi di bambini in questa condizione arriveranno inoltre dai pediatri di libera scelta, che naturalmente saranno parte attiva nella campagna vaccinale alla quale potranno dare una spinta decisiva

Al momento della prenotazione saranno comunicati: data, orario, luogo dove recarsi e tutte le ulteriori informazioni necessarie. Il bambino deve essere accompagnato alla vaccinazione da uno o entrambi i genitori o da loro delegato.

Al momento della vaccinazione, in caso il minore venga accompagnato da un genitore, serviranno due documenti:

* Il modulo di consenso firmato nella sezione "Autorizzo e consento" dal genitore che scrive anche in stampatello il suo nome, cognome e se padre o madre.

 L'autocertificazione che entrambi i genitori sono informati

In caso il minore venga invece accompagnato da una persona diversa dal genitore, l'accompagnatore delegato deve avere tre documenti:

* La delega firmata dal genitore, insieme alla carta d'identità originale o fotocopiata dello stesso e il documento d'identità del delegato

    * Il modulo di consenso firmato nella sezione "Autorizzo e consento" sia dal minore, sia dal genitore che scrive anche in stampatello il suo nome, cognome e se padre o madre

    * L' autocertificazione che entrambi i genitori sono informati.

Tutta questa modulistica è reperibile sul sito www.aus.fe.it/ .

L'assessore regionale

“Questa campagna vaccinale è stato un referendum sulla fiducia nella scienza, e in Emilia-Romagna la risposta è stata chiara e netta, con una percentuale di vaccinati che ha già superato il 90%, superiore alla media italiana- afferma l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini -. Confido che i nostri concittadini confermeranno questa loro scelta e si affideranno ai medici anche per quanto riguarda i loro figli”. Secondo l’ultimo Report dei contagi in età scolastica elaborato dalla Regione (consultabile al link https://bit.ly/3dqon6j), in Emilia-Romagna dal 13 settembre (inizio dell’anno scolastico) al 5 dicembre sono stati 3.987, quindi quasi il 9% del totale (8,8%), i casi di Coronavirus registrati tra gli alunni delle scuole primarie, sebbene questa in termini numerici rappresenti una fascia di popolazione molto ridotta