Contenuto riservato agli abbonati

Ferrara, il Palio riparte con due gare e l’inaugurazione della sede

Domenica 12 dicembre torneo Città di Ferrara alla presenza di 60 giovani e 90 “assoluti”. Il 19 alla Torre dell’orologio i nuovi uffici con visite guidate. Borsetti: tutti coinvolti

FERRARA. Finalmente si riparte; dopo uno stop forzato che ha bloccato il mondo del Palio e le sue emozioni, domenica 12 dicembre con il Torneo Città di Ferrara, categoria Giovanili, e le gare dei giovani sbandieratori, riprende ufficialmente l’attività delle Contrade. E l’obiettivo è già puntato, dopo la passerella in centro in programma sempre domenica, su maggio 2022, quando dovrebbero tornare le gare in piazza Ariostea.

«L’evento che si svolgerà al Palasport dalle 10 e si concluderà nel pomeriggio con la premiazione delle squadre vincenti – ha sottolineato il presidente dell’Ente Palio, Nicola Borsetti – ha un significato molto profondo e trasversale al nostro mondo del Palio che è stato tutto coinvolto nell’organizzazione. Ringrazio soprattutto i presidenti della Contrada di S. Maria in Vado Giovanni Bellini e Luca Battaglia della Contrada di San Giovanni, e Romano Marzola che si è prodigato per l’altro importantissimo momento che si terrà il 19 dicembre quando inaugureremo la sede dell’Ente Palio grazie all’intervento risolutivo dell’assessore Angela Travagli». Ma il più felice di tutti è Giambaldo Perugini che trova la nuova collocazione nella Torre dell’orologio, «la posizione più bella della piazza per il panorama che si può ammirare dalla finestra» ed ha già programmato per il 19 dicembre visite guidate ai due piani della sede. Ringraziamenti doverosi anche l’Avis Comunale «nostro storico sostenitore e Telethon new entry con la quale faremo un accordo il prossimo gennaio».


Alle squadre delle nostre Contrade si sono aggiunti quattro gruppi provenienti dall’Emilia Romagna, due dal Veneto, uno da Ascoli Piceno ed uno persino da Carovigno in Puglia per un totale di circa 60 under 15 ed 80-85 assoluti che proporranno i loro esercizi rispettivamente al mattino i primi ed al pomeriggio gli altri.

«L’ingresso per il pubblico, che non dovrà superare 1.900 presenze è gratuito – hanno concluso Bellini, Matteo Cristofori vice presidente Ente Palio e Massimo Accorsi di Fisb (Federazione italiana sbandieratori) – ma sempre nel rispetto delle normative vigenti quindi con Green pass. La manifestazione sarà ripresa in diretta e trasmessa su Facebook». Grande è l’entusiasmo e la voglia di ricominciare in tutte le contrade ma anche nell’assessore al Palio e vice sindaco Nicola Lodi che ha tentato più volte di interrompere il blocco forzato alle iniziative vinto dalla pandemia, «ora finalmente siamo pronti per ripartire».

Margherita Goberti

© RIPRODUZIONE RISERVATA