La social manager è a spese del comune Opposizione infuriata

VIGARANO MAINARDA. Dura la posizione contraria del gruppo di minoranza ViviAmo Vigarano per l’incarico assegnato alla social media manager Ilenia Teresa Siclari, già impegnata nello stesso ruolo durante la campagna elettorale per il sindaco Davide Bergamini. Nell’ultimo consiglio comunale il gruppo aveva auspicato che il costo di questo incarico non andasse a gravare sulle casse comunali.

«Le comunicazione tramite social - aveva detto la capogruppo Lisa Pancaldi - vanno benissimo, ma le priorità sono tante. Bravissima la vostra social manager, ma più di un cittadino ci ha già chiesto se il costo del servizio resterà a carico del comune. Noi auspichiamo e diamo per scontato che non sarà così».


Invece sindaco e giunta hanno affidato l’incarico con spese a carico del comune.

«Il bilancio comunale - ha detto Olao Guidetti di ViviAmo Vigarano - versa in gravi criticità finanziarie e riteniamo che non fosse necessario, e ancor meno prioritario, sottoscrivere un contratto con una social manager prevedendo un esborso per le casse comunali di 6.000 euro per sei mesi, rinnovabili per un altro semestre. Produrre video, immagini, testi per la comunicazione e sviluppo materiale per i social riteniamo non porti un beneficio concreto per la nostra comunità. Quei soldi potevano essere utilizzati per altre priorità più urgenti e pressanti».

ViviAmoVigarano si lamenta anche delle mancata risposta alla loro richiesta d’istituire le commissioni consiliari sulla scuola e l’ambiente: «Questa proposta - continua Guidetti - è stata formulata nell’ottica di una leale e fattiva collaborazione, ma è stata ignorata adducendo come motivazione ostativa il conseguimento dell’approvazione del bilancio 2022. Si trova il tempo per redigere un contratto per un servizio per la comunicazione sui social, ma non si trova spazio per l’istituzione di due commissioni consiliari relative a tematiche di preminente interesse per la collettività».

Giuliano Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA