Vaccino 5-11 anni, oltre mille prenotati nel Ferrarese

Alta l’adesione in tutta la provincia. Appuntamenti fissati per il 5,5% della platea di 18mila bimbi. Si parte giovedì 16 dicembre

FERRARA. Oltre mille le prenotazioni di vaccino antiCovid per i bimbi dai 5 agli 11 anni nella prima giornata di apertura delle agende per questa fascia di età. Questo il dato Asl aggiornato alle ore 17 di ieri, un risultato incoraggiante tenendo anche conto che in mattinata c’è stato un blocco di un paio d’ore del funzionamento del Fascicolo sanitario elettronico che ha coinvolto l’area di Ferrara, e che si è prolungato anche nel pomeriggio nella zona di Forlì.

La campagna di immunizzazione dei più piccini è dunque partita con il piede giusto nel Ferrarese, con il 5,5% delle famiglie che ha risposto all’appello, considerato che sono 18mila in tutto i bimbi della fascia di età interessata residenti nella nostra provincia. Di questi, 300 appartengono alla categoria dei fragili e saranno invitati direttamente all’appuntamento vaccinale tramite sms.



Le somministrazioni (con un terzo di una dose di Pfizer) cominceranno giovedì 16 dicembre e nel frattempo si potrà continuare a prenotare tramite i consueti canali: presentandosi agli sportelli dei Centri unici di prenotazione (Cup) o nelle farmacie che effettuano il servizio Cup, oppure online tramite il Fascicolo sanitario elettronico, l’App ER Salute o il Cupweb o ancora telefonando al numero verde 800 532 000 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17 e sabato dalle 8 alle 13. Il piano vaccinale è entrato nel vivo anche in tutta la regione, dove alle 15 di ieri erano state raccolte 7.640 prenotazioni su una platea potenziale di 240mila bambini, circa il 3%, ma con due ore di “svantaggio” rispetto al dato ferrarese aggiornato alle 17.

«Confido che vedremo il numero di bambine e bambini prenotati crescere ulteriormente a fine giornata – affermava ieri l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini – , e che i genitori emiliano-romagnoli dimostrino di avere nei confronti del vaccino per i propri figli la stessa fiducia che hanno avuto per il proprio, in una regione che ha già superato il 91% di adulti con almeno una dose già ricevuta. Ed è importante che la risposta sia alta, perché quasi un contagio su dieci nella nostra regione riguarda proprio questa fascia di età per cui abbiamo aperto le agende».

Ampliare il numero di vaccinati è fondamentale per frenare la corsa dei contagi, che nella nostra provincia hanno fatto registrare 165 nuovi casi su 476 tamponi analizzati.

Anche l’elenco delle vittime si allunga, con due ulteriori decessi avvenuti domenica a Cona: un uomo di 79 anni e uno di 93, entrambi di Ferrara. E non si fermano i ricoveri al Sant’Anna: altre otto persone sono state portate all’ospedale, di cui una in Terapia Intensiva. Il reparto dei pazienti critici conta ora 9 pazienti su una dotazione-base di 8 posti letto, mentre su 102 posti dell’intera area Covid adulti, 99 sono occupati; due invece i degenti nell’area pediatrica su 4 posti a disposizione. Praticamente al completo i reparti Covid di Cento e del Delta. Alto anche il numero dei guariti (84), ma sempre inferiore a quello dei nuovi contagi, con conseguente aumento dei casi attivi.

Domenica sono state effettuate altre 2.773 somministrazioni, soprattutto terze dosi (2.371), ma sono riprese anche le prime (153), mentre i richiami sono stati 249. Nel complesso le vaccinazioni nel Ferrarese sono quasi 627mila, di cui circa 80mila dosi addizionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA