Contenuto riservato agli abbonati

Contagi a scuola. A Cento e Tresignana 45 classi in dad

Nel comune dell’Alto Ferrarese sono 16. L’altra amministrazione ne ha chiuse 29 (Don Chendi) almeno fino a lunedì

CENTO. L’ondata dei contagi nelle scuole sta crescendo, anche se con una velocità più bassa rispetto all’anno scorso. I dati riferiti alla scorsa settimana indicavano, in una quarantina di istituti della provincia, oltre un centinaio di casi positivi fra alunni e personale. Ieri (15 dicembre)  l’annuncio di due Comuni, Cento e Tresignana, che hanno adottato la didattica a distanza in 45 classi. A Cento sono 16 quelle collocate in isolamento negli Istituti Comprensivi. Il sindaco, Edoardo Accorsi, ha dato la notizia senza nascondere il dispiacere: «Comprendo il disagio di alunni, famiglie e scuole con le quali sono in costante contatto – ha dichiarato – L’attenzione è massima». Assieme all’assessore alla sanità, Mario Pedaci, il primo cittadino sta «monitorando costantemente, in stretto e quotidiano contatto con l’Asl, la situazione dei contagi da Covid-19 nel nostro comune», dopo la rilevazione di almeno un caso positivo.

«L’Asl, anche da me sollecitata – sottolinea Accorsi – ha assicurato il potenziamento delle risorse a disposizione per effettuare l’attività di tracciamento e far sì che, nel minor tempo possibile, le procedure siano velocizzate in maniera sensibile». L’elevato numero di contagi e di persone potenzialmente coinvolte ha reso più complessa l’attività di tracciamento che è andata in forte difficoltà, spiega il Comune.

Accorsi lancia anche un appello: «Occorre che ognuno adotti comportamenti responsabili. La curva dei contagi, come era da attendersi nella stagione invernale, è in crescita. Le chiusure, laddove si verifichino, sono purtroppo una necessità. Collaboriamo e restiamo uniti, aiutiamo le persone più fragili a superare anche questa nuova fase di pandemia». Situazione simile a Tresignana dove, su indicazione del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Asl, il Comune ha adottato un’ordinanza di sospensione delle lezioni in presenza per l’istituto comprensivo Don Chendi riguardante i plessi di Tresigallo e Formignana (29 classi: 16 primarie, 11 secondarie 2 due asili).

La motivazione risiede nell’aumento «importante di positività tra gli alunni, in particolare della scuola primaria, cui si aggiungono le positività di due docenti, nonché per il fatto che, dall’indagine epidemiologica effettuata, è emerso in modo chiaro che gli alunni rivelatisi positivi al Covid-19, avevano avuto contatti considerabili stretti anche con bambini e ragazzi di altre classi, sia in ambito scolastico sia in ambito extrascolastico». L’ordinanza di sospensione delle lezioni in presenza è valida (per ora) fino a lunedì; il Dipartimento di Sanità Pubblica effettuerà i tamponi su tutti i bambini affinché,se ci saranno le condizioni, le lezioni possano riprendere in presenza il più presto possibile. Anche da Tresignana arriva l’invito a rispettare tutte «le buone pratiche di prevenzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA